BRESCIA – A maggio la 31° Mille Miglia. La Freccia Rossa all'Expo di Milano

0

La 31esima rievocazione storica di quella che fu definita la “corsa più bella del mondo” sarà organizzata dalla “1000 Miglia S.r.l.”, una società totalmente partecipata dall’Automobile Club di Brescia, proprietario del nome e del marchio della Freccia Rossa. La sede aziendale è stata aperta al secondo piano della sede bresciana dell’ente in via Enzo Ferrari 4/6. La presentazione della prossima edizione della Mille Miglia è curata dalla direttrice dell’Automobile Club Eleonora Vairano (su delega del Commissario Prefetto Vincenzo Grimaldi), del presidente Roberto Gaburri e dell’amministratore delegato Stefano Sacco.

“Quella del 2013 sarà la 58esima competizione automobilistica a portare il nome Mille Miglia ed è per me un onore poter essere di supporto a questa magnifica gara che da bresciana ho sempre portato nel cuore – ha detto la direttrice Eleonora Vairano – inoltre nel 2013 si disputerà la 37esima edizione del Rally 1000 Miglia. Sono eventi, tutti sotto l’egida della Freccia Rossa, di straordinario livello tecnico, culturale e storico, che assumono un valore globale per il territorio bresciano, che travalica i confini dello sport per diventare un importante momento sociale ed economico, che coinvolge migliaia di persone e aziende di un indotto che – a dispetto della crisi – pare in costante crescita. Il marchio Mille Miglia appartiene esclusivamente all’Automobile Club di Brescia, si tratta di un patrimonio che ha il dovere di preservare in ogni modo, tutelando ciascun aspetto della tradizione che ha reso celebre Brescia quale Città della Mille Miglia. Non possiamo dimenticare che tra i quattro “moschettieri” ideatori della gara, era presente il presidente dell’Automobile Club che ne fu il primo organizzatore. Per questo motivo, l’Aci di Brescia – con un direttivo costituito da affermati imprenditori e professionisti – ha deciso di tornare a organizzare la Mille Miglia in prima persona, costituendo una società in house providing, senza per questo rinunciare un’entrata economica importante per i bilanci dell’ente, che verrà portata dalla società, augurandoci di vedere aumentare i proventi derivanti annualmente dall’organizzazione della Mille Miglia e in particolare quelli derivanti da un più attento sviluppo dallo sfruttamento del marchio attraverso le competenze apportate dai professionisti qualificati che stanno lavorando nella 1000Miglia srl.

Oltre a organizzare manifestazioni motoristiche, 1000 Miglia si occuperà – con particolare riferimento alla Freccia Rossa – anche dello sfruttamento dei loghi, dei marchi e dei segni distintivi nella disponibilità dell’Automobile Club Brescia, per tutti i prodotti e i servizi elencati nelle varie classi commerciali registrate sia in Italia, sia nel mondo. Aci Brescia non si limiterà al ruolo di proprietario e custode del marchio, offrendo il massimo supporto possibile e, soprattutto, ponendo la più scrupolosa attenzione, alla salvaguardia di tutti quegli attributi della brescianità che hanno reso così conosciuta quella che nell’immaginario collettivo è e rimane la corsa più bella del mondo. Si tratta di un patrimonio che sarà gestito con cura e attenzione, al fine di incrementarlo anno dopo anno, così da permettere, all’Automobile Club bresciano, la programmazione anche di altre attività, ad esempio nel campo della sicurezza stradale e dell’educazione stradale dei nostri giovani. “Per conto della 1000 Miglia S.r.l. – e in nome del vice presidente Valerio Marinelli, al mio fianco nella conduzione societaria – ho l’onore di compiere il primo passo pubblico della società, dopo la sua costituzione. A illustrare i nostri programmi – ha detto il presidente Roberto Gaburri – sarà il nostro amministratore delegato Stefano Sacco scelto tra una rosa dei migliori manager italiani con esperienza di marketing e gestione di marchi a livello mondiale, in aziende multinazionali. Questa società è nata in virtù della più elementare delle constatazioni: nessuna azienda al mondo può rinunciare a gestire in proprio il patrimonio più prezioso che possiede e che ha di più caro.

Per questo motivo, Sacco sarà a capo di uno staff di elevatissima professionalità, con lo scopo di uscire da quella visione, assai limitante, di gestione quinquennale: con la struttura che sta nascendo, la Mille Miglia potrà finalmente programmare a medio e lungo termine, come tutte le aziende che gestiscono marchi di primaria importanza. A trarne beneficio non sarà solo l’Automobile Club di Brescia ma tutta la città. Da parte nostra, garantiamo il massimo interesse verso molteplici realtà locali: in primo luogo – come ovvio – quella del turismo, dell’ospitalità e della ristorazione, ma pure in altri settori, quali l’editoria, gli allestimenti, fino a tutto il comparto dell’automobilismo storico, con un vastissimo indotto che coinvolge tutta la nostra provincia”. “Entusiasmo e professionalità: queste sono le parole d’ordine con le quali io per primo, e quindi chi farà parte del nostro gruppo, affronteremo questa nuova avventura.

Per cogliere gli obiettivi che ci siamo posti – ha detto l’ad Stefano Sacco – stiamo allestendo una struttura a livello di un’azienda eccellente, che sappia competere sul mercato con le migliori strategie possibili. In sostanza, per riprendere le parole di Giannino Marzotto, intendiamo operare con le tecniche e gli strumenti più avanzati, senza per questo trascurare l’immensa tradizione della Mille Miglia, coniugando la massima professionalità a una visione romantica di quella straordinaria epopea”. Entrando nei dettagli della competizione, la Mille Miglia 2013 prenderà il via giovedì 16 maggio da viale Venezia a Brescia, come avviene dal 1927. L’arrivo, come da tradizione, avverrà sabato 18, mentre domenica 19 maggio l’evento sarà concluso con le premiazioni. Le iscrizioni apriranno il prossimo 15 ottobre e chi lo desidera può già eseguire la pre-iscrizione sul nuovo sito internet.

Il tracciato sarà un mix di tradizione e modernità: il richiamo al passato risiede nel nostro desiderio di rendere omaggio a Giannino Marzotto che – per stile e “intelligenza coraggiosa”, come lui amava definirla – rappresenta una delle icone della Mille Miglia. Il vincitore delle edizioni del 1950 e 1953 (di cui ricorre il 60esimo anniversario) sarà ricordato in alcuni tratti del percorso a lui legati. Il presente consiste nel passaggio nelle zone che furono colpite dal terremoto proprio nella notte tra il 19 e il 20 maggio, poche ore dopo l’arrivo della Mille Miglia di quest’anno. A un anno esatto di distanza, il passaggio della corsa dovrà testimoniare la solidarietà e la vicinanza di tutto il Paese alle popolazioni colpite nonché la volontà di proseguire rapidamente con la ricostruzione. Il percorso rispetterà il più fedelmente possibile i tracciati originali dal 1927 al 1957. Tra gli appassionati c’è molta attesa per le possibili modifiche al nuovo regolamento. Premesso che quello in vigore è frutto di una lenta ma costante evoluzione compiutasi nelle precedenti trenta edizioni rievocative, non intendiamo apportare sconvolgimenti alla struttura di base.

Gli accorgimenti che applicheremo saranno indirizzati ad ampliare il numero dei modelli che potranno ambire alla vittoria, riducendo il divario tra i coefficienti delle auto ante guerra e quelle degli anni Cinquanta, oggi escluse dalla possibilità di salire sul podio. Tutte le novità in materia saranno rese note all’apertura delle iscrizioni. Dal punto di vista della promozione, la Mille Miglia e il marchio Freccia Rossa fuori dai nostri confini sarà legata da iniziative mirate. Per questo, sarà presente nei due più importanti eventi fieristici europei riservati all’automobilismo storico come il Salone Auto e Moto d’Epoca che si terrà alla Fiera di Padova dal 25 al 28 ottobre e la Techno Classica Essen, aperto nella città tedesca dal 10 al 14 aprile.

In più, valutiamo irrinunciabile la presenza della Freccia Rossa a quella che è oggi considerata la fiera più importante dell’automobilismo moderno: il Salone Internazionale dell’Automobile di Ginevra. Alla grande kermesse motoristica che aprirà la seconda settimana di marzo al Palaexpo ginevrino, oggi considerata il principale appuntamento espositivo mondiale del comparto automotive, saranno presenti tutte le pubblicazioni di settore e le più diffuse testate internazionali: ai loro inviati presenteremo la Mille Miglia, a partire dall’ordine di partenza dei concorrenti. La nuova vetrina virtuale della Mille Miglia è on line per una forza locale che si trasforma in un imprescindibile strumento di dialogo di spessore internazionale. Le sezioni, suddivise tra storia e attualità, sono una piccola parte di quanto sarà completato nei prossimi due mesi. I prossimi appuntamenti saranno il 20 dicembre al Teatro Grande per una serata dedicata allo spettacolo e tra le anticipazioni, confermando la propensione per programmazioni a lungo termine, fra tre edizioni, in occasione di Expo Milano 2015, la Mille Miglia transiterà nel capoluogo lombardo come fece nel 1947 e 1948.