MONTICHIARI – 320 giovani da tutto il mondo. Si aprono le olimpiadi di informatica

0

“Quella di oggi è la prima giornata di un grande evento al quale stiamo lavorando da ben due anni. In sala ci sono un migliaio di persone e in gara 320 giovani talenti pronti a sfidarsi nel calcolo matematico e informatico”. Così il presidente della Provincia di Brescia Daniele Molgora e l’assessore all’Istruzione di Palazzo Broletto Aristide Peli a margine della cerimonia ufficiale di inaugurazione della 24esima edizione delle International Olympiad in Informatics, che l’Italia ospita per la prima volta quest’anno, fino a domenica 30 settembre, proprio tra Montichiari e Sirmione.

Il bresciano Gabriele Farina tra Molgora e Peli

“Si tratta di un’importante, forse unica, occasione per questi ragazzi – proseguono Molgora e Peli – che hanno superato selezioni durissime per arrivare fin qui e che sicuramente promettono di diventare i migliori informatici del futuro. Le grandi multinazionali non li perderanno certo di vista!”. La cerimonia, aperta con il benvenuto del Presidente della Provincia, si è svolta completamente in inglese; un momento dal respiro internazionale, al quale erano presenti anche i media dei diversi Paesi partecipanti, persino quelli di Cina e Giappone, dove hanno preso parte alle selezioni centinaia di miglia di ragazzi (in Italia erano circa 300).

L’assessore Peli, in particolare, sottolinea il ruolo degli studenti del Liceo Gambara di Brescia “che hanno contribuito al successo di questa apertura ufficiale esibendosi negli intermezzi musicali tra un intervento e l’altro con pianoforte, violino e percussioni”, ma anche quello dei cento ragazzi guida delle scuole superiori della Lombardia e del Veneto “che rappresentano un vero e proprio punto di riferimento logistico per tutte le squadre in gara”. Le IOI sono dedicate agli studenti delle scuole secondarie superiori di tutto il mondo, e dal 1989, anno in cui si tenne la prima edizione in Bulgaria, registrano un successo e una partecipazione crescenti.

Il ministro Profumo a Montichiari

Alle IOI 2012 – organizzate dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, tramite l’Ufficio Scolastico Regionale della Lombardia, e da AICA (Associazione Italiana per l’Informatica e il Calcolo Digitale), con la collaborazione della Provincia di Brescia, Comune di Sirmione e Montichiari, Politecnico di Milano, Centro Fiera del Garda e Istituto Tecnico Enrico Tosi – partecipano ben 85 Paesi. All’Italia, in quanto paese organizzatore, sarà riservata la possibilità di schierare una seconda squadra di quattro talenti della programmazione (di cui fa parte Gabriele Farina, del Liceo Scientifico Copernico di Brescia).

Il nostro Paese partecipa alle Olimpiadi dal 2000 e in questi 12 anni si è aggiudicata una medaglia d’oro, undici d’argento e diciotto di bronzo. Un bottino già considerevole, ma che i nostri “atleti” della tastiera tenteranno di rendere ancora più ricco tra poche settimane. La prima sessione delle competizioni è in programma domani dalle 9 alle 15: la gara consisterà nella soluzione di problemi logico-matematici, che verranno tradotti in programmi informatici tramite l’utilizzo dei linguaggi di programmazione Pascal, C o C++.