TREMOSINE – Grane giudiziarie per il sindaco

0

Il sindaco di Tremosine, Diego Ardigò, è protagonista di una nuova vicenda giudiziaria. Nei giorni scorsi, infatti, è stato raggiunto, così anche altri membri della Giunta comunale, da un avviso di garanzia.

Le indagini che lo riguardano hanno ad oggetto l’assunzione in mobilità di un dipendete ed alcuni incarichi affidati per la realizzazione di opere pubbliche. In modo particolare, i reati attribuitigli dalla Procura, vanno dall’abuso di ufficio, al falso al peculato.

Secondo l’impianto accusatorio, infatti, il primo cittadino e il suo ex segretario avrebbero assunto, senza rispettare le normali procedure (ovvero l’indizione di un concorso per la copertura del posto in Comune), un dipendente della Comunità montana dell’Alto Garda, pagandogli parcelle che gli spettavano in qualità di responsabile unico di progetto.

Un nuovo fascicolo, dunque, si apre a carico del primo cittadino di Tremosine che ha annunciato una conferenza stampa in Municipio lunedì 24 settembre.