SALÒ – Onde e vento, due tedeschi e un surfista salvati dalla Guardia costiera

0

Il Nucleo dei mezzi navali della Guardia costiera di Salò non ha di certo il problema di trovare il modo in cui far passare il tempo: la scorsa settimana sono, infatti, stati due gli interventi di soccorso che l’hanno impegnato, tra onde e venti fortissimi.

Il primo intervento risale a mercoledì sera, quando alcuni cittadini hanno segnalato alla Guardia costiera la presenza nel lago di un catamarano scuffiato e di due persone in acqua nel tratto compreso tra Campione e Malcesine. Nella stessa zona era stato avvistato anche un razzo rosso, con tutta probabilità lanciato dai due diportisti coinvolti nell’incidente. La motovedetta, una volta giunta sul luogo, ha iniziato non facili operazioni di ricerca, rese ardue a causa del forte vento, delle onde e della pioggia battente, ma ben presto i due malcapitati, entrambi di nazionalità tedesca, sono stati trovati e tratti in salvo. Più difficile per la Guardia costiere è stata l’operazione di recupero del catamarano, che,a causa delle forti correnti, è stato lasciato alla deriva. Tuttavia, per evitare che l’imbarcazione potesse costituire un pericolo per la navigazione, il comando ha emesso un avviso che invitava a prestare la massima attenzione.

Le avverse condizioni metereologiche hanno messo nei guai anche un surfista, che nella giornata di giovedì, a Tignale, è stato salvato dalla Guardia costiera dopo che l’albero della vela del suo windsurf si era spezzato. L’uomo si trovava a circa 400 metri dalla riva e non riusciva più a rientrare a causa del moto ondoso. Recuperato dalla Guardia costiera, è stato riaccompagnato alla spiaggia da cui era partito.

Né il surfista né i due tedeschi hanno riportato traumi o ferite.