MILANO – Una fiction su Michelangelo apre il canale Sky Arte HD

0

Il nuovo canale dedicato all’arte, che si chiamerà Sky Arte HD, verrà inaugurato il 1° novembre 2012, con un bella fiction incentrata sulla figura di uno dei più grandi artisti che il mondo abbia mai conosciuto: Michelangelo Buonarroti.

Mancava solo l’Italia. Sì, perché Francia, Inghilterra e Germania hanno sempre mantenuto almeno un canale tematico sull’arte, dimostrando di darle l’importanza che merita. Sembra strano che proprio il nostro Paese così ricco di opere, invidiate ed ammirate in tutto il mondo, non avesse un canale focalizzato su questo particolare, quanto affascinante settore. E così Sky ha deciso di lanciare Sky Arte HD, che di fatto diventerà l’unico canale tematico in Italia. La crisi economica aveva ridotto il budget per le nuove iniziative, in special modo quelle culturali, ma Sky Arte HD deve essere considerato un’ottima iniziativa, soprattutto se ci accorgiamo dei tanti programmi e canali – diciamolo – francamente inutili che circolano sulle piattaforme televisive.

Il canale artistico sarà inaugurato il 1° novembre e proprio per questo motivo verrà battezzato con un programma scelto con cura e non in maniera casuale. Infatti il 1° novembre di 500 anni fa, ovvero il giorno di Ognissanti del 1512, Michelangelo Buonarroti presentava per la prima volta il suo meraviglioso lavoro nella Cappella Sistina a Papa Giulio II e in definitiva a tutta l’umanità. Sky ha quindi deciso di trasmette un documentario-fiction dedicato al grande genio toscano, che sarà interpretato dal famoso Rutger Hauer.

Come ha spiegato Roberto Pisoni, direttore di Sky Arte, il docu-fiction cercherà di mostrare e raccontare, attraverso la voce fuori campo di Giancarlo Giannini, le passioni, i tormenti e la vita di Michelangelo, ricordando il suo lavoro diviso tra pittura e sculture, la profonda amicizia con Vittoria Colonna, la rivalità con Raffaello e le vicende politiche nella Firenze rinascimentale. Il canale però non si occuperà solo di pittura, ma anzi non mancheranno approfondimenti riguardo teatro, danza, letteratura, musica, cinema e design, in modo da stuzzicare l’interesse, non solo degli appassionati d’arte, ma di tutti gli spettatori.