DESENZANO – La crisi mette sotto pressione il mattone

0

L’edilizia economica e popolare avverte i riflessi della crisi economica in cui l’Italia versa: nei giorni scorsi la Giunta ha deciso di assegnare tre lotti del ‘4° peep’ Cremasca e dalle informazioni raccolte sarebbero prossimi all’assegnazione altri due lotti.

Il quarto piano dell’edilizia economica, inoltre, è decollato soltanto in parte, tanto che degli 8 lotti disponibili solo tre sono stati formalmente assegnati. Due sono vicini all’assegnazione, ma tre lotti, corrispondenti circa al 37% del totale, rimangono inoptati. I timori sul futuro hanno fatto sì che il Comune incassasse, per ora, meno del previsto dalla cessione delle aree. Era, infatti, previsto un incasso di 2.581.000 euro che potevano essere destinati alla realizzazione di opere pubbliche, ma per il momento, dalla vendita dei lotti assegnati, sono stati ricavati 911.000 euro per i terreni e 894.000 euro quale rimborso spese di urbanizzazione, per un totale complessivo di 1.805.000 euro. Il mercato del mattone, di questi tempi, è ormai in ginocchio in tutti i suoi comparti, dal residenziale al commerciale, dalla compravendita alla locazione. Calano i prezzi e contestualmente cresce il numero di case in vendita, sebbene l’offerta spesso non riesca a trovare incontro con le domande, perennemente in calo. A favorire tale nuova tendenza è soprattutto il caro-mutui e le tasse di proprietà.

“La crisi si fa sentire – ha dichiarato il sindaco Rosa Leso – anche sull’edilizia economica e popolare che pure mette a disposizione aree a prezzi contenuti. Speriamo che gli altri soggetti interessati riescano ad accedere a questa opportunità”.