CONCESIO – Problema dei rifiuti in trasferta: il Carroccio attacca il Comune

0

“Le lamentele dell’assessore all’Ambiente Belleri sui rifiuti depositati nei cassonetti di Concesio da parte di cittadini di altri paesi sono davvero surreali. Se c’è una colpa in tutta la vicende rifiuti a Concesio è proprio da ricondurre alla gestione del suo assessorato. L’ordinanza di divieto andrebbe fatta direttamente all’Amministrazione Comunale e ai suoi atti prodotti, costantemente bersagliati da ricorsi amministrativi”.

La presa di posizione viene dai consiglieri comunali della Lega Nord Matteo Micheli e Silvia Raineri in merito alla scottante questione rifiuti a Concesio. La vicenda, com’è noto, parte con la bocciatura da parte del Tar del bando sui rifiuti (del valore di circa 15 milioni di euro in 10 anni) che ha visto il comune sconfitto e costretto a pagare le spese legali sostenute dalla parte ricorrente Mantova Ambiente (8.680 euro) oltre a circa 2.000 euro per il proprio legale.

Non soddisfatto, al posto di indire una nuova gara con le modifiche del caso e permettere una maggior partecipazione di società del settore che avrebbero aumentato la concorrenza, l’amministrazione comunale ha preferito ricorrere al Consiglio di Stato spendendo altri 12 mila euro senza la minima garanzia di avere un parere positivo tutt’ora in dubbio. “Il risultato – prosegue il Carroccio – sono quasi 23 mila euro di spesa con il rischio di dover spendere altro denaro per l’indizione di una nuova gara. Sarebbe bastato fare un bando corretto e tali spese potevano essere investite in altro modo. Perseverare ci sembra davvero ridicolo, come poco sensato è evitare di assumersi le proprie responsabilità, di chiunque esse siano”.

Altra conseguenza è il drammatico ritardo (circa 1 anno) con cui a Concesio verrà attivata la raccolta con il sistema a “calotta” (prevista nel bando contestato) che in altri paesi ha portato il livello di differenziata oltre il 70%. Come su tanti altri temi, anche su questa importante tematica ambientale Concesio resta al palo mentre gli altri comuni attuano politiche corrette usando metodi altrettanto corretti. “Ci sembra quindi – continuano i consiglieri Micheli e Raineri – che lamentarsi per la presenza di rifiuti stranieri a Concesio senza fare ammenda degli errori e ammettere che è solo la conseguenza di una gestione catastrofica della partita rifiuti, sia davvero ipocrita e rischi di essere una beffa per i cittadini, che vedono sprecare risorse economiche importanti in questioni legali senza la minima soluzione dei problemi”.

Fonte: Lega Nord Concesio