GARDA – Musica fino alle 24, ma con troppe eccezioni

0

Nei locali del Garda veronese la musica doveva spegnersi a mezzanotte: questo è quanto era stato stabilito nel ‘Regolamento comunale per la disciplina delle attività musicali’, finalizzato ad uniformare gli orari nei quali i locali potranno proporre musica per evitare esodi da un Comune all’altro e, quindi, per combattere la concorrenza sleale e, al tempo stesso, garantire maggiore sicurezza sulle strade. Regolamento che, tuttavia, non è mai stato approvato dai Consigli comunali dei comuni interessati, sebbene l’estate stia ormai per finire.

La movida lacustre è finita nel mirino delle critiche mosse dalla minoranza consigliare e da alcuni albergatori, che hanno chiesto spiegazioni in una lettera indirizzata al sindaco Antonio Pasotti: “Perché non avete deciso nulla? Volete prendere in giro noi consiglieri e gli albergatori? Siamo quasi a fine stagione, perché non avete preso provvedimenti? Denunceremo al Prefetto la negligenza”. E incalzano: “Al Bar Lido suonano fino alle 2 di notte, perché? Che deroga avete dato? E a quali altri bar? Noi vorremmo spiegazioni e gli albergatori risposte”.

Roberto Ginami, presidente dell’associazione albergatori di Garda e Costermano, ha aggiunto: “Auspico che anche la nostra amministrazione adotti il provvedimento per allinearsi alle regole dei Comuni della Riviera degli Olivi evitando che, dopo una certa ora, la gente si trasferisca tutta a Garda, disturbando turisti e residenti e creando problemi di ordine pubblico. L’importante è che tutti i Comuni si adeguino al medesimo regolamento e che chi desidera fare musica oltre una certa ora adotti le misure e le precauzioni di legge, come insonorizzazioni, suono all’interno oltre mezza notte. Le regole ci sono basta farle rispettare”.

La risposta del sindaco Antonio Pasotti non ha tardato ad arrivare: “Come previsto porteremo all’ordine del giorno di un consiglio la convenzione. Se sarà approvata diventerà operativa. Intanto vigono le regole in corso con deroghe che la stessa convenzione autorizza. A Garda la musica all’esterno del locale è permessa fino alle 24 tuttavia esistono eccezioni. Eccezioni in realtà numerose: “In centro – ha spiegato il sindaco – la musica dal vivo è permessa fino alle 24, salvo in un locale che, essendo chiuso ed avendo le caratteristiche ad hoc è autorizzato a tenerla fino alle 4. Inoltre in due locali fuori dal centro abitato una diversa deroga autorizza a tenere musica fino alle 1,30. Sono il Bar Lido, che può farlo il mercoledì, venerdì e sabato ed il chiosco La Motta che può farlo negli stessi giorni ma nel feriale del martedì. Abbiamo così creduto di aiutare il commercio gardesano in un momento economico difficile dando anche risposta alle esigenze di tanti ragazzi. Rilevo che Garda non ha discoteche e che la nostra posizione su questi orari è stata adottata anche da altri Comuni”.