BRESCIA – Artematica tace su Matisse: vie legali sempre più vicine

0

Nessun documento presentato da Artematica, venerdì è scaduto l’ultimatum e la Società di Treviso non ha parlato, non si è vista e non ha presentato alcuna certificazione Siae.
La strada delle vie legali si fa sempre più prossima, già nei giorni scorsi Brescia aveva dichiarato di aver consultato due avvocati, Lojacono sotto il profilo penale e Azzini sotto il profilo civile, ammettendo di voler : “esaminare la questione e di valutare ogni possibile azione a tutela dell’ente”.

La questione è passata anche nelle mani della Procura di Brescia che ha aperto un fascicolo in merito alla vicenda della mostra “Matisse. La seduzione di Michelangelo”, se tale fascicolo si trasformasse in una inchiesta Brescia sarebbe pronta ad intraprendere un iter legale.

Il silenzio di Artematica non fa placare i dubbi, ma si attende comunque qualche giorno ancora, come ha precisato l’avvocato Lojacono potrebbero essersi verificati problemi di spedizione, ha dichiarato: “Capita anche nei pagamenti…uno dice, ti saldo entro venerdì, poi magari effettua il bonifico venerdì sera e l’importa viene accreditato al martedì”.

La linea intrapresa è cauta, si attende  ancora per qualche giorno per verificare che non si siano sviluppate complicazioni nella spedizione.

Ricapitolando il percorso della vicenda:

· Facebook: un esponente del Pd mostra sul suo profilo la matrice di un biglietto della mostra di Matisse del 2011, realizzata a Santa Giulia, evidenziando una discrepanza tra il numero dei visitatori dichiarati e quelli effettivi;

·  La Società di Treviso dichiara di non essere tenuta legalmente a dare niente in più, Artematica non deve fornire ulteriore documentazione;

· Lunedì 3 settembre, incontro a Brescia con Artematica: definito insoddisfacente, la Procura di Brescia apre un fascicolo;

· 5 settembre: Brescia invia un aut aut alla società di Treviso, chiede che la documentazione che certifichi l’esatto numero dei visitatori sia mandata a Brescia entro venerdì 7 settembre

· Venerdì 7 settembre: Rapporti interrotti tra Artematica e Brescia, chiuso il capitolo Maya,  la mostra non si farà, il Sindaco: “Con queste incertezze non ci sono le condizioni evidenti per sedersi al tavolo e avere una contrattualistica con Artematica”.