GARDA – Tutti uniti contro la TAV

0

I Comitati NO TAV del Basso Garda e dell’Alto Mantovano hanno deciso di muoversi assieme per evitare che il ‘mostro’ divori le bellezze paesaggistiche del territorio. ‘Stasera iniziamo a camminare’ non è un vero e proprio atto fondativo perché ancora manca lo statuto, ma si tratta di un’organizzazione composta da singoli cittadini contrari all’Alta Velocità. Senza fazioni politiche, senza se e senza ma, tutti uniti per manifestare il proprio dissenso rispetto alla realizzazione della TAV.

La risposta popolare si configura quale diretta conseguenza della proposta di revisione della tratta presentata alla Commissione Trasporti del Senato, firmata dall’inedito duetto Lega e PD, per spostare la linea TAV più a Sud, lontano dai vigneti, lontano dalle colline moreniche. A prendere parte all’iniziativa non solo numerosi cittadini, ma anche i partiti politici: tutta la sinistra critica, buona parte del SEL mantovano, Rifondazione Comunista, la Sinistra Popolare, ma anche Legambiente.

Per risolvere il problema alla radice viene avanzata qualche controproposta, come quella di potenziare la linea attuale, aumentare la capacità dei treni e delle tratte già esistenti, riorganizzare la mobilità e la logistica italiana, pensando a quello di cui i pendolari hanno davvero bisogno.