BRESCIA – Decreto Sviluppo: incentivi per le auto ecologiche e l’Iva

0

Tra le novità di carattere fiscale il “Decreto Sviluppo”, ora divenuto legge dal 11 agosto 2012, prevede il ripristino dell’imponibilità Iva per le cessioni e locazioni di immobili:

– locazioni: le imprese di costruzione e di ristrutturazione, previa opzione, possono rendere imponibili d’Iva le locazioni di unità immobiliari a destinazione abitativa; sono esenti da Iva, salvo opzione per l’imponibilità, le locazioni di immobili strumentali;

– cessioni: è stato confermato il regime di esenzione ad eccezione che non sia esercitata l’imponibilità nell’atto.

Incentivi per le ristrutturazioni edilizie: la detrazione di imposta dal 36% passa al 50% per le spese di ristrutturazione sostenute dal 26 giugno 2012 al 30 giugno 2013 come pure il limite delle stesse che da euro 48.000 passa ad euro 96.000 per unità immobiliare.

Incentivi per l’acquisto di autovetture: a partire dal 2013 e fino al 2015 verrà erogato un contributo pari al 20% del prezzo per gli anni 2013 e 2014 ed al 15% per il 2015 a chi rottama un veicolo per immatricolare un’auto ecologica. I modelli che si potranno acquistare con gli eco-incentivi sono quelli a trazione elettrica, ibrida, gpl, a metano, a biometano, a biocombustibili ed ad idrogeno che producono emissioni di anidride carbonica non superiore a 120 g/Km.

Iva per cassa: le novità del regime consistono nella possibilità di versare l’Iva dopo l’incasso del corrispettivo e di detrarla dopo il pagamento delle fatture non più per la singola operazione ma, a scelta del contribuente, per tutte le operazioni attive e passive poste in essere e nell’innalzamento del volume d’affari per accedere a tale regime che da 200 mila euro passa a 2 milioni di euro.