BRESCIA – Artematica contro Brescia Musei: cala il sipario sui Maya

0

Oggi, venerdì 7 settembre è la giornata in cui si attende risposta all’aut aut mandato da Brescia Musei ad Artematica, in merito alla documentazione che certifica l’esatto numero di biglietti venduti durante la mostra di Matisse.

I rapporti tra le due società, però, sembrano essere definitivamente interrotti e sulla mostra Maya sembra si possa mettere una pietra sopra.

La notizia principale è che la mostra sui Maya non si farà.

Artematica iniziò la sua collaborazione con Brescia nel 2009 con la mostra dedicata agli Inca, la società allora prese il posto occupato da Goldin e dalla sua “Linea d’ombra”.
In programma Artematica aveva altri progetti per Brescia:
· “Matisse. La seduzione di Michelangelo”, 2011, mostra che ha scatenato tutta la polemica e ha portato alla rottura con Brescia Musei;
· “Il sorriso incantato di Renoir”, 2012, saltata a causa di scarsità di fondi, stesso destino che spetta ai Maya;
· “I Longobardi”, 2013;
· “Chagall-Picasso. I colori della felicità”, 2014;

Tante iniziative, alcune già saltate, altre sospese, così come sembra sospeso il rapporto tra Brescia Musei e Artematica, si attendono nuovi sviluppi, ciò che è certo è che il rapporto tra le due società è definitivamente compromesso.

Il Sindaco Paroli, già negli scorsi giorni dichiarò che la collaborazione tra Brescia e la Società di Treviso era in dubbio a causa dei problemi sorti in merito alle matrici dei biglietti e ieri la notizia: “Con queste incertezze non ci sono le condizioni evidenti per sedersi al tavolo e avere una contrattualistica con Artematica”.
Si conclude così la relazione tra le due società, ma soprattutto si pone fine ai dubbi relativi alla mostra Maya in programma per ottobre.

Lo stop alla realizzazione sembra essere definitivo, i soldi recuperati dal bilancio e destinati alla mostra saranno utilizzati per altre iniziative a Santa Giulia, non si sa quali e il Sindaco ma non si espone, ma sembra che i fondi saranno destinati alla valorizzazione dei siti che hanno ottenuto il riconoscimento Unesco.