APRICA – Prove generali del Trofeo di Sciabola, è un successo

0

È durato dal 25 agosto fino ad oggi il soggiorno aprichese di cinque maestri e oltre trenta allievi di sciabola, la specialità più tecnica e spettacolare tra le armi della scherma, provenienti da diverse parti d’Italia. Nel corso della settimana il gruppo ha svolto un’intensa attività di allenamenti al palazzetto dello sport, terminato ieri con una gara a squadre.

Alla fine le premiazioni con medaglia agli atleti e omaggio di un gagliardetto del Comune a ciascuno dei maestri, consegnato dal responsabile della struttura ospitante, Franco Ratti, che suppliva all’assenza per altri impegni ufficiali del vicesindaco Bruno Corvi. Lo scopo dichiarato dell’iniziativa è quello di creare uno stage specializzato mirante a costituire, negli anni, un riferimento per il panorama agonistico italiano della specialità, anche in vista delle stagioni agonistiche susseguenti, particolarmente importanti perché indicheranno i possibili campioni futuri.

Il progetto è trasformare lo stage in un appuntamento annuale ad Aprica, località ideale per strutture e logistica, disposta ad accogliere gli atleti in vista della possibile creazione del Trofeo di Sciabola, che dal prossimo anno dovrebbe concludere pubblicamente lo stage.

Nello staff si annoverano il maestro Danao Leggio (Torino) di Eugenio Castello, titolare della squadra U17 campione d’Europa 2012, Pagano (Varese), maestro del bronzo nazionale italiano U17 Marco Valcarenghi presente allo stage, il maestro Marco Russo (Milano), arbitro internazionale, il maestro Massimo Iervolino (Bologna) del nazionale Schiavina e Paolo Azzolini (Trento) maestro della Bosetti, campionessa italiana allieve del 2011, anche lei presente allo stage e Simeone Sartorelli, preparatore atletico del Club Scherma Varese.