BRESCIA – Ancora polemiche su Matisse: Artematica risponde

0

“Se aveva dubbi perché ha autorizzato l’ultimo pagamento?” Queste le parole che Andrea Brunello ha rivolto a Fausto Lechi, in seguito alla lettera inviata dal Presidente della Fondazione Brescia Musei all’amministratore di Artematica. La Società di Treviso dichiara di non essere tenuta legalmente a dare niente in più, Artematica non deve fornire ulteriore documentazione.

La richiesta fatta da Brescia Musei nella lettera inviata negli scorsi giorni, riguardava l’invio  della documentazione della Siae, solitamente trasmessa telematicamente, Andrea Brunello fa sapere che per ottenere tale certificazione, Brescia si può rivolgere alle Autorità Finanziarie e Giudiziarie del Ministero per i beni e le attività culturali.

Le polemiche emerse negli scorsi giorni  tra Brescia e Artematica potrebbero mettere in crisi i rapporti tra le due società, mettendo in discussione la realizzazione della mostra Maya, la cui realizzazione è attualmente  ancora in dubbio.

Artematica, in merito alle discrepanze sul numero dei visitatori, fa sapere che ogni cassa utilizza diverse smart card, quindi il numero progressivo indicato sui biglietti non indica il totale delle presenze e comunque, la certificazione richiesta non è presente nel  contratto.