ERBUSCO – Tutti a tavola per gustare menù tra le ville del centro storico

0

Beneficenza,  tutela dell’ambiente, valorizzazione del territorio e specialità culinarie, queste le protagoniste della settima edizione di “Erbusco in tavola”. Operatori vitivinicoli e gastronomici di Erbusco e dei comuni vicini parteciperanno all’evento, aziende agricole, ristoranti, trattorie, osterie, salumerie, macellerie, fornerie, pasticcerie e bar, oltre che lavanderie, elettricisti, fioristi, artisti che per l’occasione offriranno i loro prodotti.

La manifestazione è organizzata dagli operatori enogastronomici del territorio comunale e dei comuni limitrofi in collaborazione con l’associazione culturale “Cantori di Corte” e l’Assessorato allo Sviluppo Sociale, Culturale ed Educativo del Comune di Erbusco.

Il percorso si svolgerà tra le ville del centro storico, l’ex palazzo Cavalleri, sede del Municipio, villa Marchetti, villa Lechi, villa Longhi e villa Secco d’Aragona.

Quest’ultima è una nuova entrata,una villa del 1400 appartenente alla famiglia Secco d’Aragona dal 1767. I percorsi enogastronomici quest’anno sono quattro, invece di tre, distinti da quattro colori differenti, Giallo, Blu, Verde e Rosso.

Ogni coupon propone  un menù diverso, ogni percorso mette a disposizione 150 posti, la vendita dei coupon è iniziata lunedì 27 agosto, presso l’ufficio Cultura del comune che on line al costo di 30 euro ciascuno.

La cena comprende aperitivo, antipasto, primo, secondo, dessert e caffè, chi volesse degustare un calice di Franciacorta in più, rispetto a quelli abbinati ai cibi, sarà possibile acquistarlo al costo di € 3,00. “Erbusco in tavola” si terrà venerdì 7 settembre dalle 19.30.

Come anticipato sopra, questa manifestazione non si occupa solo del piacere della tavola, è un’occasione per fare beneficenza, quest’anno il ricavato dell’evento sarà devoluto a favore del Progetto di restauro conservativo degli affreschi della Pieve Santa Maria di Erbusco, che per l’occasione resterà aperta fino alle 22.30.

Non mancherà l’attenzione e il rispetto per l’ambiente, saranno utilizzate stoviglie biodegradabili al 100% in modo da poterle conferire nell’umido al termine della serata.