DESENZANO – Festival del Garda: la bornese Bertelli arriva in finale

0

Nella serata di venerdì 24 agosto, in Piazza Malvezzi, con ingresso libero, si è disputata la semifinale del più popolare tour dell’estate benacense. Il concorso canoro della categoria ‘interpreti’ ha visto Chiara Bertelli, quattordicene di Borno, avere la meglio su Giulia Martina Pignatiello, quindicenne di Milano.

Nata nel 1998, Chiara nutre fin dalla prima infanzia una grande passione per la musica, soprattutto per il canto. Da circa due anni studia alla ‘Fabbrica dei suoni’ a Cividate e grazie ai preziosi insegnamenti di Vittoria Vitali, cantante lirica, è riuscita a conquistarsi non solo la finale del Garda Festival, ma molti altri importanti traguardi, come il primo posto al Ranzanico Music Festival, dove ha gareggiato nella categoria ‘solisti’, e al Montecampione Music Festival. Tra gli artisti che più apprezza la giovanissima Kya, che sulla sua pagina facebook ha già raccolto numerosi fan, Christina Aguilera, Etta James, Joss Stone, Byoncè, Adele e Giorgia. I suoi generi prediletti, che ha portato anche sulle rive del lago, sono il rock and roll, il blues e il soul: nella serata di venerdì Kya ha iterpretato in modo esemplare ‘Some kind of wonderful’, pezzo soul degli anni ’60, nella versone di Joss Stone. Immense le emozioni che la ‘piccola’ ha regalato al pubblico e che si ripropone di regalare anche nel corso della finale del Festival, che di disputerà il 1° settembre a Lazise (VR).

La finale nazionale del cricuito Grandi Festival Italiani 2012, alla quale parteciperanno i vincitori delle varie edizioni, si terrà ancora una volta sul lago di Garda, a Bardolino, lunedì 31 dicembre: la vincitrice si aggiudicherà un trofeo offerto dall’organizzazione,  una borsa di studio di 200 euro e parteciperà di diritto alla finale interprovinciale di  ‘Voice for Avis’. Tutti al lago, quindi, a sostenere Chiara e la sua magnifica voce, un talento che nella sua giovane timidezza e umiltà mi scrive: “Sono tanto felice per i risultati che ho raggiunto perchè, avendo solo 14 anni, non mi sembra vero… Soprattutto quando riesco a passare davanti a quelli grandi”. I miei più sentiti complimenti a Chiara, con l’augurio che il futuro possa riservarle sempre più grandi soddisfazioni!