MILANO – Lavorare nella cultura in Lombardia: Brescia è di bronzo

0

Unioncamere e Ministero del lavoro in seguito all’indagine nazionale excelsior, hanno riscontrato che a livello regionale Brescia è al terzo posto come occupazioni nel settore della cultura.
Al primo posto in Lombardia compare Milano seguita da Bergamo.

La cultura a Brescia vanta di 23.500 professionisti.
Tra gli ambiti più ricchi di addetti compare in primo piano il settore libri e stampa, seguito da artigianato, architettura, design, videogiochi e software, performing arts e intrattenimento, comunicazione e branding, film, video e radio-tv,   infine,  settore museale e bibliotecario e musica.

L’indagine è stata presentata al Meeting di Rimini.
Brescia sembra tener testa a disoccupazione, precariato e  crisi,  dall’indagine è emerso che il numero di chi lavora nel settore della cultura, dal 2007 al 2011, ha subito un aumento del 0,8% all’anno, ciò significa circa 55mila posti di lavoro in più.
Anche in questo 2012 la situazione continua a reggere, nonostante si sia verificato un lieve calo,
rispetto ad altri settori, la cultura si mostra forte di fronte alla crisi, per le altre imprese è previsto un calo del 1,2% del saldo d’occupazione, pari a 125.600 dipendenti e posti di lavoro in meno rispetto al 2011.
Per concludere alcuni numeri: 32.250 le assunzioni previste quest’anno dalle imprese del settore della cultura, 5,6% del totale delle assunzioni che saranno realizzate dalle imprese di altri settori.