PALAZZOLO – Il Teatro Sociale riapre: un Monumento Nazionale di 140 posti

0

Il primo settembre non è solo la data in cui si svolge “La piazza si accende!”, iniziativa organizzata dall’Associazione negozianti e dall’Amministrazione Comunale, la giornata è stata scelta per celebrare la riapertura del Teatro Sociale di Palazzolo.
L’apertura del teatro è avvenuta ieri,  sabato 18 agosto, ma l’inaugurazione ufficiale avverrà l’1 settembre 2012, in concomitanza con la festa: “La piazza si accende!”.

Palazzolo

La storia del palazzo è lunga e ricca, circa 55 anni fa fu dichiarato “monumento nazionale”, chiuso poi a metà degli anni ’80 perché l’edificio risultava essere in declino e necessitava di ristrutturazioni strutturali.
In seguito ad un intervento di 1,3 miliardi di lire fu riaperto nel 1997 per poi essere richiuso nel 2008 per problemi di inagibilità del parco.

La storia del Teatro Sociale ha inizio nel XV secolo, in quell’epoca l’edificio ospitò la Chiesa di San Francesco, contenente numerosi affreschi del Quattrocento, con il tempo fu impreziosita e nel 1712 fu costruito il campanile.
Nel 1813 l’edificio fu trasformato in una gendarmeria, prima caserma austriaca poi caserma per la guardia nazionale, solo nel 1869 il comune concesse la struttura alla Società Teatrale che demolì il campanile, ormai pericolante e inaugurò il teatro nel 1870.

Ora il monumento nazionale, simbolo di Palazzolo è riaperto, attende l’ufficiale inaugurazione e sarà possibile ammirare le varie parti di cui il Teatro è composto: la rocchetta di Mura, il castello medievale, l’antica Pieve, oggi sede dell’auditorium San Fedele, la Chiesa di San Giovanni Evangelista e la cappella di San Rocco contenente gli affreschi del ‘400, infine, e non certo per importanza la Torre del Popolo, la torre civica di 92 metri, la più alta d’Europa.