PISOGNE – Raccolta di firme a Pisogne: Legambiente rivuole la motovedetta sul lago

0

Quello che si avvicina sarà un fine settimana di raccolte firme.
L’iniziativa è stata organizzata dal Circolo Legambiente Basso Sebino, una raccolta che ha lo scopo di ripristinare la motovedetta dei Carabinieri sul Lago d’Iseo.
Il servizio è stato sospeso da oltre due anni, da allora la nave per i pattugliamenti è ferma in un deposito.

Fino a domenica 19 agosto, i volontari di Legambiente saranno presenti tutte le sere sul lungolago di Pisogne per raccogliere le firme che saranno poi presentate, al termine dell’estate, al Ministero dell’Interno alla Provincia di Brescia e al Consorzio gestione associata dei laghi d’Iseo, Endine e Moro.

Quest’ultimo, il Consorzio, dovrebbe inoltre occuparsi delle risorse necessarie per il ripristino della motovedetta, un servizio che prevede un costo di 100mila euro all’anno.
I fondi, secondo il presidente del Circolo Legambiente Basso Sebino, Dario Balotta, sono disponibili dai tagli alla spesa dei proventi delle autorizzazione agli ormeggi e delle concessioni demaniali che il Consorzio riscuote.

Al momento il patto per la sicurezza non è sufficiente per garantire la sicurezza sul lago, una garanzia di sicurezza che si limita alla vigilanza nel fine settimana.

La raccolta di firme coinvolge tutti gli interessati all’argomento della sicurezza, residenti e baganati, oltre alla vigilanza e al controllo sul Sebino, l’intento di Legambiente è di monitorare che i comportamenti di gommoni e altre imbarcazioni siano sempre corretti e la presenza della motovedetta potrebbe inoltre scoraggiare l’abbandono di sostanze inquinanti e rifiuti nel lago.