LAZISE – Ichtya di Peschiera del Garda si aggiudica la Bandiera del lago 2012

0

Era la favorita fin dall’inizio e sabato sera, dinanzi ad un’eccezionale cornice di pubblico in trepidazione, Ichtya, come da prognostico, ha incoronato la capoclassifica portacolori del trofeo della voga alla veneta più ambito del Garda. Con le remate di Franco Caldana, Devid Brusco, Alan Di Caprio e Stefano Mazzurega la Remata di Peschiera ha vinto la 45esima edizione del Trofeo.

“Questa sera non abbiamo remato bene – ammette Franco Caldana capobarca di Ichtya – eravamo contratti, abbiamo badato a non commettere errori, uno sbaglio nel girare la boa, una scivolata in acqua avrebbero potuto compromettere la stagione. L’importante era arrivare al traguardo con un buon piazzamento. E così è stato”. Più che buono il piazzamento ottenuto, visto che Ichtya si è aggiudicata il primo posto. Sul palco per le premiazioni con il sindaco Renzo Franceschini anche l’assessore allo Sport della Provincia di Verona Ruggero Pozzani. “Sono fiero che la Bandiera del Lago sia tornata in acque veronesi – ha sottolineato quest’ultimo. – È stata una finale splendida per la partecipazione e l´organizzazione”.

Franco Baruffaldi, Presidente della Lega Bisse del lago e organizzatore della manifestazione con la responsabile della Lega Luisa Barbazeni, ha fatto i suoi complimenti agli atleti, che hanno dimostrato un ottimo livello tecnico e di preparazione atletica. “Quest’anno – ha affermato – Peschiera con l’Ichtya ha conquistato della Bandiera del Lago, hanno dimostrato di essere i più forti, comunque nella prima batteria la lotta è stata interessantissima e con numerose sorprese nelle varie regate, non ultima la vittoria della Gardonese, che dopo il miglior  tempo assoluto di Cassone ha vinto la batteria dei più forti dimostrando di essere riuscita a fare un notevole sbalzo di qualità grazie all’affiatamento ed alla preparazione degli atleti”. Tra le novità introdotte per questa edizione non va trascurato il concorso fotografico, che si concluderà il prossimo mese e che sicuramente si ripeterà anche l’anno prossimo. Ringraziando tutti coloro che hanno reso possibile lo svolgimento del campionato, Baruffaldi ha aggiunto che la Lega Bisse sta organizzando per la manifestazione del prossimo anno un itinerario gastronomico che tocchi tutti i paesi in cui le bisse sono presenti, nella speranza che i turisti possano scoprire il Garda anche nei sapori che è in grado di offrire.