MADERNO – La vocazione al turismo nel ponte di ferragosto

0

Quante volte abbiamo sentito gli operatori commerciali del Benaco lamentarsi per il calo dei turisti italiani e stranieri o per la crisi incombente che metteva a rischio la sopravvivenza di molte attività turistico alberghiere?

Maderno, domenica 12 alle ore 16, il lungolago

E quante volte abbiamo sentito dire agli amministratori locali di vario colore politico che andava salvaguardata una delle principali risorse industriali del paese, visto che l’Italia ha bellezze naturali e paesaggistiche uniche al mondo?

Le foto pubblicate nel servizio sono relative a domenica 12 agosto sul lungolago di Maderno, alle ore 16 circa. Sul viale in bella mostra bancarelle di ogni genere, in spiaggia bagnanti a cuocersi al sole d’agosto e, immancabili, i gabbiani ad aggirarsi tra bottigliette e borsine di plastica e fogli di giornale sparsi maldestramente qua e là. E non erano rifiuti di un giorno lasciati da turisti maleducati.

Mi chiedo che immagine abbia dato di se – ai turisti stranieri – quel pezzo di lago.

E mi chiedo chi ha la responsabilità di tenere pulito un pezzo di costa frequentato da famiglie e turisti mai numerosi come in questi giorni.

Non sono tipo da “pistolotti ecologisti” e nemmeno – il nostro giornale – ha atteggiamenti ideologici di fronte ai problemi dell’ambiente, ma molto più pragmaticamente mi domando come possiamo sperare di essere competitivi sul mercato turistico se dimostriamo tanta disattenzione e malcostume di fronte a fatti minimi come la pulizia delle spiagge.

Poi potremmo stare ore a scrivere e disquisire sulla maleducazione dei turisti nostrani e di quelli stranieri – tedeschi in particolare che quando vengono in Italia sembrano dimenticare molti delle loro tante virtù – ma una pubblica amministrazione capace e attenta al territorio non può defilarsi dalle proprie responsabilità.

Chissà se qualche amministratore locale avrà qualcosa da replicare.

Naturalmente il nostro spazio è a loro totale disposizione