BRESCIA – Soccorsi in Valcamonica e Caffaro

0

Si è concluso alle 6,30 di oggi, venerdì 10 agosto, l’intervento per il recupero di due turisti tedeschi in Alta Valcamonica, cominciato ieri sera. Padre e figlia avevano lasciato l’auto a Edolo e preso un autobus che li ha portati in Valtellina. Poi erano risaliti a piedi verso la Valcamonica ma, giunti lungo il sentiero che porta verso il Passo delle Granate, nei pressi della Forcella di Mombiano, si sono trovati in difficoltà e non erano più in grado di proseguire.

La chiamata al Soccorso alpino è giunta alle 21,30 di ieri, giovedì 9 agosto. Le due squadre della stazione di Edolo li hanno raggiunti in nottata, i due alpinisti erano sfiniti ma in condizioni nel complesso buone. Hanno quindi pernottato al rifugio Baitone, in attesa dell’elicottero del 118 di Como, abilitato per il volo notturno, che li ha quindi riportati a Edolo. All’operazione, che si è conclusa alle 6,30, hanno partecipato anche i militari del Sagf (Soccorso alpino Guardia di Finanza).

Intervento anche in Val Caffaro per cinque turisti belgi, quattro ragazzi e un adulto, finiti in una valletta impervia. Impegnati i tecnici della stazione della Valsabbia, in collaborazione con i colleghi trentini di Storo e Pieve di Bono, fino alle 3 di stanotte. La pioggia e la tempesta hanno reso più difficile il soccorso, ma sono riusciti a riportare tutti a valle sani e salvi.

AdamelloNews.com » NOTIZIE BREVI