VALTROMPIA – Matteo Micheli “bis” alla Lega Nord tra Stati generali e opere

0

La Lega Nord valligiana ha confermato il segretario uscente della Circoscrizione Matteo Micheli. Nell’assemblea padana del 30 luglio scorso alla sede della Comunità montana di via Matteotti, a Gardone, sono stati chiamati i 205 militanti lumbard per eleggere il nuovo segretario di valle.

Il nuovo direttivo della Lega Nord Valtrompia

Si sono contesi il dicastero triumplino il giovane militante di Villa Carcina Stefano De Carli e appunto l’uscente e delegato per Concesio Matteo Micheli che è stato eletto dal 77% dei votanti. Ringraziando i suoi colleghi di partito per avergli rinnovato la fiducia in base al lavoro svolto nei precedenti due anni, il leghista 33enne punta ai prossimi obiettivi anche attraverso una squadra rinnovata. Vista la notevole estensione della Valtrompia da Caino e Cellatica fino a Collio, il nuovo segretario ha nominato come suoi vice tre responsabili di area che lo aiuteranno nel coordinamento tra le varie sezioni e territori diviso in bassa, media e alta valle.

Da Caino e Cellatica fino a Bovezzo è stata chiamata Ilenia Ronchi, segretaria da quattro anni della sezione di Nave, Josefh Facchini attuale delegato di Lumezzane che si concentrerà da Concesio proprio alla Valgobbia e infine Elena Brambani, segretaria di Marcheno che da Gardone in su curerà l’alta valle. Incontri pubblici, scuole quadro e molta attività propagandistica leghista hanno contraddistinto il programma di Micheli che si prefigge l’obiettivo di organizzare anche gli Stati Generali della Valtrompia sull’onda di quello che vuole proprio organizzare il nuovo segretario federale della Lega Nord Roberto Maroni in riferimento alla Padania.

Si tratta di incontri tematici dove verranno invitati gli attori principali del territorio, soprattutto non politici ma importanti imprenditori, primari e i principali referenti del settore sociale o artigianale triumplino. “In questo modo – come evidenzia Micheli – vorremmo farci carico delle loro problematiche per risolverle al meglio anche attraverso i nostri referenti istituzionali per rilanciare al meglio la Valtrompia stessa.

Purtroppo, come denunciano i lumbard, la valle troppo spesso è stata abbandonata o non considerata come giustamente meritava di esserlo e faremo di tutto – sottolinea Micheli – per rendere la Valtrompia e la Lega stessa protagoniste dei prossimi cambiamenti che la zona potrà avere ottenendo sul proprio territorio importanti infrastrutture quali il depuratore, l’annosa questione dell’autostrada, ma anche il prolungamento del Metrobus fino a Gardone che la Lega vede di buon occhio”.

Fonte: Lega Nord Valtrompia