CAPO DI PONTE – Workshop con l’arte rupestre. Aperte le domande

0

Il Distretto culturale della Valcamonica e il gruppo istituzionale di coordinamento del sito Unesco di Arte rupestre con la Corraini Edizioni di Mantova propongono un bando per partecipare a “Lapidario fantastico”, un workshop sperimentale di progettazione che si terrà dal 16 al 23 settembre alla Città della Cultura, sede del Distretto Culturale e del Centro Camuno di Studi Preistorici.

Oggetto del corso è la realizzazione di un racconto esemplare, una storia che verrà costruita, attraverso fotografie e illustrazioni, in connessione con l’ambiente artistico e naturale circostante, grazie alla guida di Pietro Corraini, esperto di design editoriale, e il fotografo Max Rommel. Il racconto prenderà vita dall’esplorazione diretta dei parchi archeologici, la possibilità di viverli, percorrerli o conoscerli e dalla rilettura critica dei segni, delle rocce e del contesto territoriale più vasto cui appartengono. Conoscere i parchi, farne esperienza diretta, tessere relazioni tra informazioni di origine diversa sarà solo l’inizio di una ricerca partecipata che porterà il gruppo di lavoro a una rilettura creativa della ricchezza dei siti archeologici: nello specifico, l’approccio e il punto di vista dati dalla partecipazione attiva della casa editrice porteranno a maturare i contenuti già in forma di libro.

Il linguaggio privilegiato sarà la fotografia che attraverso la mediazione dell’illustrazione diventerà luogo di incontro e dialogo tra due realtà parallele: il territorio, i parchi e la valle nella loro quotidianità e le incisioni come rappresentazioni di una realtà passata, ma altrettanto ricca di storie. Materia prima di questo fare saranno la fotografia, l’illustrazione e la narrazione. L’esperienza del workshop si tradurrà in un quaderno della collana Vallecamonica, già inaugurata dal Distretto con tre volumi dedicati ai bambini e ispirati al tema dell’arte rupestre. Nel caso del workshop il target di riferimento saranno turisti e, in generale, lettori appassionati di cultura, arte e design. Gli obiettivi che ci si pone sono offrire un’opportunità formativa ai giovani che intendono maturare un profilo professionale di buon livello nel mondo delle arti applicate come la fotografia, l’illustrazione, la grafica e che si troveranno a cimentarsi con uno dei patrimoni più complessi e ricchi della valle e lavorare con professionisti di rilievo internazionale.

Poi, giungere a un progetto editoriale che permetta di ampliare il numero dei fruitori del patrimonio archeologico rupestre della zona e innalzare la qualità dell’esperienza conducibile con l’arte rupestre camuna. “Corraini Edizioni” è un’officina editoriale e una galleria d’arte contemporanea che utilizza e crea connessioni tra media e linguaggi diversi: offre un catalogo ricco e trasversale, organizza da sempre workshop e laboratori con l’intento di promuovere e divulgare l’arte e la cultura visiva grazie alla collaborazione con artisti, tecnici e figure che appartengono al mondo dell’arte e della comunicazione. L’idea nasce dall’abitudine e dalla pratica quotidiana della casa editrice, come sosteneva Bruno Munari, di chiedersi se la stessa cosa può essere vista o fatta in un altro modo, di usare insieme metodi scientifici e immaginativi per trovare soluzioni possibili, impossibili e storie nuove, e ancora dall’abitudine di mescolare linguaggi che si arricchiscono reciprocamente e di aver costruito nel tempo un catalogo aperto e trasversale.

Il workshop è rivolto a un gruppo diverso di professionisti della ricerca visiva e narrativa sotto i 40 anni e a studenti provenienti da istituti scolastici specializzati nella grafica e comunicazione, disegno e illustrazione, antropologia, archeologia e fotografia. In quest’ottica il gruppo di lavoro dovrà essere composto da cinque illustratori o grafici, cinque fotografi, due antropologi, un archeologo e due copywriter per un totale di quindici partecipanti selezionati da una commissione scientifica nominata.

La partecipazione è gratuita, visto che sono a carico degli organizzatori le spese per le docenze, i sussidi didattici e l’ospitalità al campus del Distretto culturale. Il termine per la presentazione delle domande, da inviare all’ufficio Protocollo della Comunità montana della Valcamonica (Piazza Tassara 3, 25043 Breno, Bs), è fissato al 12 settembre. Per informazioni e contatti si può chiamare la segreteria allo 0364.3240 o inviare una mail.

SCARICA IL BANDO DEL WORKSHOP

STORIA DELLE INCISIONI RUPESTRI