PISOGNE – Tutti in corsa sulle “creste” per il Memorial Stefano Ferrari

0

Sei anni di successi hanno contribuito a rafforzare il legame tra molti degli attori e animatori della vita sportiva del paese camuno. Infatti, domenica 12 agosto torna l’appuntamento con il “Giro delle creste” organizzato dal Cai locale con il patrocinio del Csi Valcamonica e della Comunità montana del Sebino Bresciano, in collaborazione con l’assessorato allo Sport del Comune, il G.S.O. Gratacasolo, il C.G., le Polisportive di Gratacasolo e Grignaghe, Federcaccia e gli alpini.

Immagine di repertorio

Sono molte le novità per l’edizione 2012 a partire dalla scelta del “terreno di gara” che quest’anno vuole far conoscere l’altro versante della montagna con il trasferimento dalla Val Palot a Grignaghe. “Questa manifestazione, divenuta appuntamento fisso per gli sportivi della corsa – dice l’assessore allo Sport Federico Rivadossi – risponde pienamente agli obiettivi di valorizzazione di tutto il nostro territorio e rappresenta un’occasione per apprezzare appieno tutta la montagna pisognese, che offre paesaggi incantevoli e panorami diversi e, lungo i venti chilometri di rito, permettono di conoscere ambienti e suggestioni nuove e diverse tra loro.

Anche sotto il profilo sportivo il cambio di itinerario stimola i partecipanti – continua – poiché prevede la salita del versante nord ovest con la vista sul lago d’Iseo e la Franciacorta. Risalendo il crinale di Malga Aguina si passa per il rifugio Almici, percorrendo la cresta del monte Guglielmo in direzione opposta rispetto allo scorso anno. La discesa vedrà il passaggio al rifugio Medelet per proseguire attraverso i prati di Rongai fino al traguardo”. Ma la novità più importante della sesta edizione è legata al sentimento e all’emozione.

Infatti, il primo premio assoluto sarà dedicato al giovane Stefano Ferrari che, a soli 15 anni è tornato alla casa del Padre. “Stefano era appassionato di montagna e l’amava profondamente.  Abbiamo ritenuto dedicare un pensiero speciale a questa giovane vita che ha lasciato le nostre montagne per camminare su altre strade – aggiungere l’assessore della cittadina lacustre.- Dedicargli questo premio ci è sembrata una sorta di preghiera che gli rivolgiamo affinché, insieme ai tanti alpinisti che non sono più tra noi, proteggano il cammino di chi ama e rispetta la montagna”.

“Manifestazioni come queste sono importanti – conclude Federico Rivadossi – per riproporre non solo la bellezza del nostro territorio, il fascino del lago, le virtù dello sport, ma anche per consolidare e riaffermare i valori che stanno alla base della nostra tradizione e che ci hanno sempre contraddistinto”. L’appuntamento è per domenica 12 agosto al campo sportivo dei Grignaghe. I dettagli sul percorso e le iscrizioni sono disponibili sul sito internet dedicato.