SALÒ – Anziana investita, fermato il “pirata”

3

Update 06/08/2012 Il 24enne Marco Fadabini, accusato di aver investito l’anziana signora di Roè Volciano, è stato scarcerato stamane dopo l’udienza di convalida del fermo. “Ho fermato l’auto ma attorno a me non c’era nulla – ha detto il giovane a suo discarico -. Ovviamente se avessi visto a terra il corpo della donna l’avrei accorsa”. Il Gip ha disposto nei suoi confronti la misura cautelare dell’obbligo di presentazione agli uffici di polizia giudiziaria.

Update h 9 Nella notte i carabinieri della compagnia locale hanno fermato un italiano di 24 anni ritenuto responsabile dell’investimento mortale di Maria Zoli avvenuto nella tarda mattinata dell’1 agosto sulla Ss 45 Bis Gardesana. L’uomo è stato rintracciato dai militari dopo una serie di attività di ricerca. L’auto usata dal pirata della strada è stata trovata ancora nella disponibilità del giovane e con le ammaccature dovute all’investimento. Ora l’uomo si trova nella casa circondarariale di Brescia in attesa della convalida del fermo.

Maria Zoli, 93enne residente sul Garda, è stata trovata priva di vita lungo la Statale 45bis, in località Pozzo. Ancora ignote sono le cause del decesso, sebbene tutto sembra portare, alla luce delle buone condizioni di salute di cui godeva la donna nonostante l’età avanzata, all’investimento da parte di un’auto. La tesi può essere confermata anche dal fatto che il corpo della donna è stato rinvenuto ricoperto di lividi molto evidenti.

L’anziana era uscita di casa verso mezzogiorno e si stava recando a un bar vicino per far cambiare una banconota da 50 euro. I familiari, non vedendola rientrare per pranzo, hanno chiamato l’ospedale per sapere se qualcuno aveva portato la donna al pronto soccorso. Qualche ora dopo un vicino di casa ha trovato il corpo riverso sull’erba. Solo l’autopsia sarà in grado di svelare la causa della morte.

3 Commenti

  1. Buongiorno dalla descrizione fatta in questo articolo gli orari non coincidono…
    Se è stata inevstita tra 9:38 e le 10:00 come fate a scrivere che è uscita per fare delle spese verso mezzogiorno???

    • Buon giorno sig. Maunel, la ringraziamo per il suo commento. In merito all’evento di cui parla, nel nostro articolo non abbiamo scritto che è stata investita tra le 9,38 e le 10, ma solo rilevato che l’anziana donna era uscita di casa dopo mezzogiorno e non per fare la spesa, ma cambiare una banconata come scrive giustamente la collega Viola Nava. In ogni caso le assicuriamo che le fonti da dove acquisiamo le notizie sono certe e affidabili. Continui a leggerci e a segnalarci problemi o situazioni. Grazie

  2. Buonasera Manuel,
    Le riporto di seguito le parole della figlia dell’anziana, Anna Montini, che possono essere senza alcun dubbio considerate fonte attendibile circa l’accaduto e i relativi orari: “La mamma abitava con mia sorella in una casa in via Manzoni, nel comune di Roè Volciano, a un centinaio di metri di distanza da dove è avvenuto l’incidente. È uscita di casa per andare a cambiare 50 euro. Camminava aiutandosi col bastone. Lucida di mente e ancora attiva, andava spesso al bar del Pozzo. Non vedendola rientrare per l’ora di pranzo, lei, che era così metodica, abbiamo cominciato a preoccuparci. Io ho percorso proprio quel tratto di strada, senza vederla. Poi le telefonate ai conoscenti, al Pronto soccorso dell’ospedale di Gavardo, ai carabinieri. Nessuna notizia. Finchè un nostro vicino, Stefano, l’ha scorta a terra, in mezzo al fogliame”.
    L’allarme è stato lanciato dalla figlia dell’anziana signora attorno alle 14,30 e il cadavere è stato rivenuto alle 15,30 dal vicino di casa. Maria Zoli, come scritto nell’articolo, era uscita di casa poco prima di mezzogiorno, attorno alle 11,30, e camminando a lato della trafficatissima Gardesana, in direzione Tormini, intendeva recarsi al bar che sorge in prossimità della rotonda di località Pozzo.
    Grazie per l’interessamento e buona lettura!

Comments are closed.