GARDA – Giro di vite sulle strade contro le stragi del weekend

0

Fra i molti problemi che coinvolgono i giovani d’oggi, son sempre più presenti le stragi del sabato sera: continua a crescere la percentuali dei ragazzi che perdono la vita, sia su strade provinciali che su autostrade, nelle notti del fine settimana. Le cause principali sono l’alcol e la droga alle quali i giovani fanno ricorso per ovviare alle “noie” e “fatiche” accumulate nel corso della settimana.

I Comuni gardesani, sollecitati dal Prefetto di Brescia Narcisa Brassesco Pace, hanno da tempo deciso di incentivare i controlli delle forze dell’ordine e renderli più rigorosi possibile per rimediare a un problema sociale che sta diventando sempre più consistente. E ogni weekend si registrano dati record tra ritiri patenti, multe e denunce.

Lo scorso fine settimana a vigilare sul rispetto del Codice della Strada sono state tre pattuglie della Polizia Locale del Servizio Associato di Bedizzole e Lonato, coordinate dal Comandante Patrizio Tosoni. In posizioni strategiche e soprattutto vicino a pub e discoteche rinomate della movida gardesana, gli agenti hanno fatto controlli a tutto campo: sono stati 270 i veicoli fermati, 10 le patenti ritirate per guida in stato d’ebbrezza, 6 le persone denunciate e ora in attesa di giudizio e una decina i verbali redatti per infrazioni.

È stata, inoltre, sequestrata un’auto perché circolava con l’assicurazione falsa. Il servizio, fortemente voluto dal Comune di Bedizzole e dal suo sindaco Roberto Caccaro, ha riscontrato un grande apprezzamento da parte dei cittadini, che chiedono a gran voce più controlli per garantire la sicurezza sulle strade. Anche il primo cittadino di Lonato Mario Bocchio ha manifestato la sua soddisfazione verso i risultati che stanno arrivando dall’operazione e ha condiviso l’opportunità di organizzare servizi mirati al contrasto dell’alcol e degli stupefacenti alla guida.