COLLIO – Per non dimenticare, i temi della Grande Guerra in mostra

0

Sono passati ormai più di novant’anni, ma gli orrori della Prima Guerra Mondiale non possono essere messi a tacere. Il ricordo e la commemorazione sono sinonimo di umanità e di un importante gesto di civiltà per non dimenticare tutti quelli che hanno perso la vita tra il 1915 e il 1918, tra macerie e distruzione, povertà e miseria, terrore e sgomento.

Un gesto che il Comune di Collio, in collaborazione con la Comunità montana della Valtrumplina e l’associazione culturale “Vivere la nostra storia”, nata nello scorso novembre, non ha mancato di compiere: da domani, sabato 4, al 19 agosto, al palazzo comunale di piazza Zanardelli, andrà in scena la mostra antologica del periodo bellico in Maniva.

Si tratta di un’iniziativa promossa da un gruppo di compaesani appassionati che negli anni hanno fatto ricerche e raccolto tra le famiglie documenti riguardanti uno dei più bui periodi della storia italiana.

Il Maniva era il retrovia della Grande Guerra: da lassù il cannone teneva sotto tiro il lago d’Idro e il fronte verso il Trentino, e le cartoline dei militari raccontano tanti aspetti di quei tempi, dalle corvée verso il passo alla caserma Litta. Gli orari di apertura sono dalle 10 alle 12, dalle 16 alle 18 e dalle 20,30 alle 23 il sabato e la domenica, dalle 20,30 alle 23 nei feriali.