CHIARI – Lavori alla Chiesa di San Rocco. Arte e sagra in agosto

0

Sono in pieno svolgimento i lavori di restauro conservativo della facciata della chiesa di San Rocco avviati lo scorso 25 giugno con il benestare del Comune e della Curia diocesana. Il progetto esecutivo, redatto degli architetti Laura Ercolini e Franco Maffeis, sviluppa il progetto iniziale elaborato dall’ufficio Tecnico comunale e approvato dalla Soprintendenza di Brescia il 26 agosto 2008. “Le prime risultanze – ha precisato l’arch. Aldo Maifreni, dirigente del Settore Territorio di Chiari – confermano gli approfondimenti preliminari già ampiamente indicati nel progetto di restauro conservativo. Fin dagli studi iniziali, come documentano gli atti, è stata posta specifica attenzione alla possibile preesistenza di aperture in facciata sopra la prima cornice marcapiano”.

Nei primi decenni del Novecento, infatti, come testimoniano fotografie e cartoline d’epoca, sul prospetto della facciata comparivano due finte finestre chiuse a grigliato poi eliminate con la moderna tinteggiatura a scansione geometrica degli esterni dell’edificio sacro eseguita durante i restauri compiuti negli anni Sessanta. Indagini termografiche condotte sulla muratura perimetrale nel corso del progetto preliminare di restauro hanno registrato marcate anomalie per probabili antiche aperture proprio in corrispondenza dei finestroni riportati nelle testimonianze iconografiche, ma di dimensioni completamente diverse e tali da ipotizzare l’esistenza in facciata di antiche nicchie piuttosto che di aperture vere e proprie.

Le attuali opere di ripristino, iniziate con la pulitura e rimozione delle tempere sintetiche e dei lacerti di malte cementizie, riguardano l’intera superficie della facciata sia per gli intonaci che per gli elementi lapidei: particolare attenzione viene posta soprattutto ai rivestimenti in pietra di Sarnico nella parte più alta della facciata che presenta volute e lunotti, mentre nella fascia di coronamento sono già stati consolidati gli intonaci antichi. “In contemporanea alle operazioni iniziali di restauro – ha dichiarato l’arch. Laura Ercolini – sono state portate avanti le ricerche che le indagini preliminari avevano suggerito, ovvero la possibilità che vi fossero aperture occultate in facciata nell’evoluzione storica dell’edificio.

Queste aperture tamponate sono state rinvenute più precisamente nel registro inferiore rispettivamente a destra e a sinistra delle entrate principali. Si tratta di due aperture ad arco decorate e di ottima fattura per le quali si esclude la possibilità di una riapertura per ragioni tecniche e di fattibilità dell’intervento. Si prevede però di valorizzarne la presenza. Inoltre, nel registro superiore destro della facciata, abbiamo rinvenuto  un’apertura circolare, anch’essa molto bella e coeva agli archi del piano terra. Tutto il lavoro viene strettamente vigilato dalla Soprintendenza di Brescia, Cremona e Mantova con cui siamo in costante aggiornamento.

I lavori sono al momento in buona fase di avanzamento. Per settembre si potrà di certo avanzare una corretta ipotesi progettuale riguardo alle aperture rinvenute”. La solidarietà in nome di San Rocco per l’edizione 2012 della sagra dal 13 al 16 agosto ha già ottenuto un successo: sono il doppio dello scorso anno gli artisti che hanno aderito alla rassegna promossa dal gruppo Amici di San Rocco e ambientata negli interni della chiesa, nel cortile dell’adiacente Casa Paruta e nei locali di via San Rocco già sede della Banca di Novara. Raggiungono infatti il cospicuo numero di trentuno – 16 artisti e 15 artiste – i pittori, scultori, incisori, fotografi, art designer e grafici che propongono al pubblico allestimenti e opere originali con l’aggiunta di alcune tavolette tematiche centrate sul tema dell’edificio sacro e della vita del santo taumaturgo e offerte per favorire i lavori di restauro.

Partecipano alla kermesse d’arte: Bruno Alborghetti, Assunta Atrigna, Franco Balduzzi, Giuseppe Belotti, Maria Chiara Belotti, Angelo Berardi, Franco Bocchi, Adriana Bosetti,  Barbara Cancelli, Walter Chiari, Roberto Cottone, Grazia Criscione, Alberto Cropelli, Rosa Gozzini, Alberta Intelisano, Fabio Maria Linari, Enio Molinari, Diego Mondini, Adriana Pedrinelli, Maria Luisa Ravelli, Renato Rubagotti, Fausto Salvoni, Erica Sirani, RiccardoTerzi, Evelina Trevisi, Santo Cressi in arte Uragano, Francesca Valesi, Roberto Viesi, Johanna Wahl, Patrizia Janin e Pierangela Pezzotta.

Sono previsti, coordinati da Marisa Fogliata, anche due omaggi speciali dedicati all’artista Giacomo Linari (1912-1993) tra i maggiori esponenti dell’arte figurativa del secondo Novecento e al compianto artista clarense Giovanni Franco Repossi, scomparso lo scorso 22 gennaio. Lunedì 6 agosto nella chiesa di San Rocco inizierà con don Mario Rusich la novena per memoria liturgica del protettore degli appestati del prossimo 16 agosto festeggiata quest’anno dall’indulgenza plenaria concessa dalla Penitenzieria Apostolica per il gruppo Amici di San Rocco iscritto all’Associazione Europea.