BRESCIA – Terziario fermo a inizio 2012. Si salvano ingegneri e collaudo

0

Nel secondo trimestre dell’anno le imprese bresciane del settore terziario hanno registrato una generalizzata stagnazione dell’attività, dopo la contrazione nei primi mesi dell’anno. Nel complesso il saldo fra coloro che hanno dichiarato variazioni in aumento e in diminuzione del fatturato è, infatti, di poco positivo (+ 4%).

Anche le imprese dei servizi sembrano quindi risentire, pur in modo meno accentuato rispetto al manifatturiero, della fase di debolezza che sta colpendo l’economia, appesantita dall’incertezza sull‘esito delle tensioni legate ala gestione del debito sovrano nell’Eurozona e dalle conseguenti ripercussioni sulle aspettative e sulla fiducia di famiglie e imprese. Con riferimento alla dinamica dei singoli comparti, il volume d’affari è aumentato solamente per gli operatori attivi nell’ingegneria, progettazione, collaudi e analisi, nonché per quello degli altri servizi.

L’attività è, invece, diminuita per le imprese del settore informatica e attività connesse. Nei rimanenti settori non si segnalano variazioni significative del fatturato. Le prospettive a breve propendono per un modesto incremento dell’attività, mentre gli investimenti e l’occupazione dovrebbero ancora ridursi, a conferma della diffusa incertezza che caratterizza l’attuale fase congiunturale.

L’andamento per settore

Contabilità e consulenza amministrativa e gestionale

Dopo un primo trimestre positivo, il comparto evidenzia un significativo rallentamento dell’attività. Le previsioni a breve non sono particolarmente rosee, evidenziando il mantenimento dei volumi attuali, accompagnato da un calo degli investimenti.

Informatica e attività connesse

Le imprese del comparto hanno dichiarato una nuova flessione del fatturato, dopo quella riscontrata nel trimestre precedente; segnali più positivi giungono invece dagli ordini. Le aspettative per i prossimi mesi sono moderatamente ottimistiche per quanto riguarda il fatturato e gli ordini, mentre gli investimenti dovrebbero registrare una diminuzione.

Ingegneria, progettazione, collaudi e analisi

Il settore ha registrato un significativo aumento del volume d’affari, mentre si segnalano flessioni per gli investimenti e gli occupati. A breve termine gli operatori non dichiarano variazioni significative per tutte le variabili oggetto dell’indagine.

Pubblicità, marketing e comunicazione

Dopo la flessione dell’attività subita nei primi tre mesi dell’anno, il volume d’affari non ha registrato alcuna variazione degna di nota, come pure gli ordini, gli investimenti e l’occupazione. Le previsioni per i prossimi mesi propendono per il sostanziale mantenimento degli attuali livelli di attività.

Ricerca, sviluppo e selezione del personale

Gli operatori del settore non evidenziano, per la terza rilevazione consecutiva, alcuna variazione del fatturato, mentre gli addetti sono ancora in decisa flessione. Le prospettive per il terzo trimestre sono per un incremento del giro d’affari, accompagnato tuttavia da una diminuzione degli investimenti.

Smaltimento rifiuti e disinfestazione

L’attività del comparto non ha registrato alcuna significativa variazione rispetto alla precedente rilevazione, ad accezione degli investimenti che si sono ridotti. Le previsioni per la seconda parte del 2012 sono piuttosto negative, caratterizzandosi per una flessione del fatturato, degli investimenti e dell’occupazione.

Altri servizi

Le imprese del settore esprimono un’evoluzione positiva per quanto riguarda il fatturato, mentre l’andamento è stato negativo per quanto riguarda gli investimenti e l’occupazione. A breve gli operatori si attendono il mantenimento degli attuali livelli di attività, accompagnato da un’ulteriore diminuzione degli addetti.

L’ANDAMENTO DEL TERZIARIO