BRESCIA – “Guerra” con la Lnd sul sintetico, si muovono i parlamentari

0

Sono state illustrate nella sede dell’assessorato allo Sport della Provincia le iniziative per abbattere il costo dell’omologazione dei campi in erba artificiale che ospitano le competizioni del campionato di Lega Nazionale Dilettanti e del settore giovanile e scolastico. Con l’assessore Fabio Mandelli c’erano anche l’on. Stefano Saglia e il consigliere regionale Gianmarco Quadrini.

Nell’occasione è stato spiegato il lavoro fatto dall’assessorato in questi ultimi anni e sono state illustrate le interrogazioni parlamentari presentate da Stefano Saglia del Pdl e dal senatore Guido Galperti del Pd  in parlamento e del consigliere regionale Gianmarco Quadrini dell’Udc. Ancora una volta i presenti hanno sottolineato che le omologazioni, pur preservando la sicurezza dei campi, hanno costi spropositati rispetto agli effettivi controlli, una gabella enorme in un momento in cui le società sportive non riescono per i noti problemi finanziari a mantenere in essere i loro servizi per i giovani e che gli enti locali, attanagliati dai tagli ai propri bilanci, non possono più sopportare.

“Abbiamo cercato ogni possibile accordo amichevole – ha sottolineato l’assessore Mandelli – con i vertici della LND, proponendo anche un protocollo d’intesa con il quale la Provincia si sarebbe fatta carico della raccolta delle riomologazioni favorendo lo sviluppo della cultura della manutenzione  dei campi e della loro divulgazione nella nostra Provincia. Non siamo stati ascoltati nonostante alcune promesse iniziali, allora abbiamo interessato i nostri massimi esponenti politici e spero che almeno questo serva e non ci troveremo costretti ad attuare delle forme di protesta più plateali”.

“Sono convinto che l’attività sportiva – ha sostenuto l’On. Saglia – dei nostri giovani e delle nostre associazioni sia ancora più importante e degna di attenzione in un momento in cui la crisi sta attanagliando le nostre famiglie. Per questo motivo condivido e sostengo la campagna o in alternativa la deducibilità di tali costi per quei proprietari o gestori che rientrino in un idoneo regime fiscale. Ho presentato un’interrogazione parlamentare su questo argomento e intendo farmi carico di interessare il Ministro dello Sport per un suo intervento in materia”.

“Ho presentato un’interrogazione in Consiglio Regionale all’assessore Ruffinelli – ha dichiarato Quadrini – e mi ha garantito il suo pieno appoggio all’iniziativa della riduzione dei costi e si è fatto carico di interessare il Coni regionale e la Conferenza delle Regioni. Questo tema colpisce fortemente realtà primarie del nostro territorio, in un momento in cui tutte le istituzioni, le federazioni e le associazioni  dovrebbero invece fare quadrato contro la crisi economica”. Il senatore Galperti, infine, ha sottolineato come lo sport sia uno strumento fondamentale per elevare la qualità della convivenza civile e che stante le attuali difficoltà delle associazioni sportive e degli enti locali sostiene la campagna dopo aver presentato un’interrogazione al Ministro dello Sport.