SALÒ – Dalla Valtrompia al Garda. La tournée dei “Voicing”

0

Il duetto acustico dei “Voicing” si è esibito ieri sera al Bar 582, sul lungolago gardesano Zanardelli. Numerosi i fan che hanno invaso il locale per vederli in concerto, sicuri del fatto che il repertorio proposto, nella sua originalità, sarebbe stato in grado di soddisfare le loro aspettative. Il bar salodiano era affollato di un pubblico eterogeneo sia per età che per gusti musicali e per più di un’ora è stato coinvolto dai ritmi incalzanti proposti dai due interpreti.

Una standing ovation ha palesato una certa deferenza quando i due hanno suonato le prime note del Medley dei Queen. Andrea Sabatti alla chitarra ed Elena Zipponi alla voce sono ormai musicisti maturi e affermati: entrambi di Villa Carcina, sono anche iscritti alla Facoltà di Legge e animati da un irrefrenabile amore per la musica. Un amore che li ha portati a essere uno dei gruppi più apprezzati nel panorama bresciano.

Il primo, cresciuto musicalmente grazie agli insegnamenti di Paolo Zanetti (chitarrista delle Custodie Cautelari, Enrico Ruggeri, Irene Grandi ed Eugenio Finardi), è attualmente impegnato in diverse band: oltre ai “Voicing”, suona anche coi “Dookie”, la tribute band ufficiale dei Green Day, e nella hard rock cover band “Road Version”. A quest’ultima prende parte anche la cantante che fin dall’età di 14 anni ha seguito corsi di canto e ha ormai raggiunto invidiabili livelli di tecnica ed espressione vocale.

Nati nel 2009, i “Voicing” nel corso delle loro esibizioni ripropongono in chiave acustica alcuni pezzi che hanno fatto la storia del pop e rock internazionale: la scaletta spazia dai classici degli anni ’70 e ’80 fino al rock moderno. Dai Queen ai Police, da Tina Turner agli Acdc, dai Guns and Roses ai Muse, dai Green Day agli Skunk Anensie. Le prossime date nelle quali il duetto acustico si esibirà sono fissate per domani, sabato 21 luglio, al bar Peggy Kelly’s di Marcheno in Valtrompia, sabato 4 agosto allo Chalet Engadina di Bergamo e mercoledì 15 agosto alla “notte nera” di Livigno.