BRESCIA – Scontro a Palazzo Loggia sul parcheggio in Castello

0

La questione del parcheggio sotto il Castello è a diventata a tutti gli effetti uno scontro politico. La maggioranza prosegue con il suo intento di realizzarlo visto che lo vede come un ottimo mezzo per perseguire la pedonalizzazione del centro storico. L’opposizione, invece, si sta battendo per non far approvare il progetto.

In primo luogo è contraria perché il parcheggio non è conforme all’art. 107 del Pgt che dichiara “le autorimesse pubbliche sono ammesse in qualsiasi sistema ad eccezione di quello ambientale”. In più, l’opposizione, capitanata in prima fila dal Pd, si chiede a chi appartiene la proprietà del Colle Cidneo.

La risposta a questo ultimo punto è molto chiara e arriva subito dalla maggioranza: nel 1908 l’amministrazione militare dello Stato e il Comune di Brescia barattano il fabbricato demaniale del Castello con la Caserma di San Girolamo e le relative strade d’accesso e per la maggioranza, quindi, non ci sono dubbi: il Castello è di proprietà del Comune dal 1908.

Oggi, venerdì 20 luglio si discute in consiglio in merito al parcheggio. Il progetto è stato presentato verso la fine dello scorso anno e prevede la realizzazione di 600 posti auto, la struttura sarà ricavata scavando una caverna parallela alla galleria Tito Speri, all’interno del colle Cidneo. Al suo interno verranno realizzati sei piani, cinque per la sosta a rotazione e uno riservato ai box per i residenti. Entro il 23 luglio il progetto dovrebbe giungere in Consiglio Comunale per la delibera.