BRENO – Chiusura del Tribunale, ecco la Lega Nord camuna

0

La Lega Nord camuna ha diffuso lo schema di mozione predisposto dalla Segreteria Provinciale del partito per mantenere il Tribunale di Breno di cui è prevista la chiusura nell’ambito della revisione delle circoscrizioni giudiziarie. Nei prossimi giorni invierà il documento a tutti gli enti (Comuni, Unioni di Comuni, Comunità montana e Bim) dove sono presenti esponenti del movimento e lo trasmetterà per conoscenza a tutte le amministrazioni comunali camune, in modo che i rispettivi consigli possano deliberare in tal senso.

Una mozione analoga è stata presentata in Regione Lombardia dai consiglieri della Lega Nord Marelli, Toscani e Lupatini. Nei giorni scorsi l’onorevole Davide Caparini ha interrogato il ministro della Giustizia Severino per conoscere le intenzioni del Governo sull’argomento.

Il testo della mozione

Oggetto: Mozione Urgente a favore del Mantenimento del Tribunale di Breno

Premesso Che,

La realtà del circondario di Brescia si distingue per l’elevata densità di popolazione, per l’economia del territorio e per il conseguente numero elevato di affari civili e penali. Nonostante il grave sottodimensionamento dell’organico, la Sezione distaccata di Breno del Tribunale di Brescia dimostra con i numeri il suo grado di efficienza e la sua indispensabilità a sostegno dell’imponente mole di lavoro che grava sul Tribunale di Brescia, ad esempio:

per Processi a cognizione ordinaria nel periodo 2010-11 la Sezione di Breno, a fronte di una pendenza iniziale di 1.303, con una sopravvivenza di 330 cause in corso d’anno, ha esaurito 399 cause, depositando 194 sentenze, esaurendone altrimenti 197 ed esaurendo 8 cause per riunione. Per la Sezione Penale, per gli anni 2010 e 2011 la Sezione di Breno ha avuto un carico di 143 processi pendenti iniziali, 160 sopravvenuti e 173 esauriti. Per i procedimenti esecutivi mobiliari, per il periodo 2010-2011 la Sezione di Breno conta 216 procedimenti pendenti, 375 sopravvenuti, 375 procedimenti terminati.

E’ in corso un processo di allineamento tecnologico della Sezione di Breno ove sono stati avviate sia le comunicazioni telematiche, sia i decreti ingiuntivi telematici. Da notizie di stampa si apprende che lo schema di decreto legislativo approvato dal Consiglio dei Ministri lo scorso venerdì 6 luglio, di attuazione della Delega sulla revisione delle circoscrizioni giudiziarie, prevede la soppressione di 969 uffici, di cui 37 tribunali, 38 procure, 220 sezioni distaccate e 674 uffici del giudice di pace;

la disposizione di legge delega ex comma 2 dell’articolo 1 della legge n. 148 del 14 settembre 2011, di conversione del decreto-legge n. 138 del 13 agosto 2011, recante ulteriori misure urgenti per la stabilizzazione finanziaria e per lo sviluppo, prevede una riorganizzazione della distribuzione sul territorio degli uffici giudiziari sulla base di criteri “oggettivi ed omogenei” finalizzati a ridefinire l’assetto territoriale degli uffici giudiziari;

preso atto che la struttura di Breno è sede vitale per un efficiente funzionamento del sistema giudiziario della Valle Camonica, copre infatti ben 42 Comuni posti in territorio montano, con un bacino di utenza di oltre 100 mila abitanti, per cui la sua soppressione implicherebbe inevitabilmente un aumento dei carichi di lavoro per il Tribunale centrale di Brescia, già da tempo in situazione cronica emergenziale ed avrebbe irrimediabilmente effetti negativi sul funzionamento della giustizia camuna, con ripercussioni sui territori interessati e sui cittadini ivi residenti che si troverebbero in una situazione di grave difficoltà nel raggiungere il Tribunale di Brescia;

che l’immobile in cui ha sede la Sezione di Breno è di proprietà del Comune e quindi non sussistono costi di locazione che le problematiche di cui sopra sono state più volte sottolineate sia a livello Regionale che a livello parlamentare con mozioni ed interrogazioni atte ad evitare la soppressione della Sede di Breno.

Ritenuto che non sussistano “criteri oggettivi ed omogenei” che giustificherebbero l’intenzione di chiudere la sede distaccata del Tribunale di Brescia a Breno il consiglio comunale

DELIBERA

Di invitare il Parlamento ed il Governo centrale alla prosecuzione delle attività giudiziarie presso la sezione distaccata di Breno per le motivazioni sopra esposte.

AdamelloNews.com » Valcamonica