PONTE DI LEGNO – “Passi nella Neve”, Gioele Dix rivive la 1° guerra mondiale

0

Domenica 5 agosto riprende alle pendici dell’Adamello, “Passi nella Neve” la manifestazione, giunta alla settima edizione, che si prefigge lo scopo di ricordare e commemorare le vicende della prima guerra mondiale. Nata nel 2006 da un’idea di Carla Bino, Francesco Gheza e Giancarlo Maculotti, è stata fortemente voluta e riconfermata dopo il successo degli anni passati, dal Comune di Ponte di legno.

Gioele Dix

Questa nuova edizione prevede un solo, ma significativo appuntamento in scena nella Piana del Rifugio Bozzi domenica 5 agosto alle ore 8,30: “Non fatevi ammazzare così”. La presenza di grandi protagonisti e di testi significativi continua infatti anche quest’anno. Sarà Gioele Dix a prestare la sua voce ad alcune delle memorabili pagine del più bel libro sulla prima guerra mondiale (così lo definì Mario Rigoni Stern): “Un anno sull’Altipiano”.

Uscito più di settant’anni fa nella sua prima edizione italiana (a Parigi!), il libro di Emilio Lussu continua regolarmente a essere ristampato. Il suo valore e la sua forza sono intatti. Con stile asciutto e quasi documentaristico, il capitano Lussu riferisce le sue esperienze nella Brigata Sassari e mostra come la guerra viene mal condotta da generali impreparati e presuntuosi, incapaci di rendersi conto dei propri errori, spietatamente decisi a sacrificare migliaia di vite umane pur di conquistare pochi palmi di terra.

A Gioele Dix il compito di restituire sia l’ironia con cui Lussu descrive questi comandanti, sia i drammi che le loro ottuse scelte comportano. Sull’Altipiano di Asiago i combattenti li considerano come i loro veri nemici e la loro condotta porterà al misero crollo dell’esercito italiano davanti al contrattacco degli austro-tedeschi: la disfatta di Caporetto. L’evento è promosso dal Comune camuno con la collaborazione del Parco Nazionale dello Stelvio, la sezione Ana della Valcamonica, il Gruppo Alpini di Pezzo, il Rifugio Bozzi, il Soccorso Alpino e numerosi Volontari della Protezione Civile dell’alta valle. Per informazioni fino a giovedì 2 agosto si può contattare lo 030.3759792 dal lunedì al venerdì dalle 11 alle 13 o visitare il sito internet.