LIMONE – Turismo, là dove c’era l’erba ora c’è… un residence

0

1.100 abitanti e più di cento strutture ricettive che, nel periodo estivo, ospitano circa 15 mila turisti. Il Consiglio comunale gardesano la scorsa settimana ha approvato in via definitiva il piano regolatore che aveva, a seguito della sua adozione risalente al 30 dicembre dello scorso anno, sconcertato i cittadini limonesi.

Continua l’agguerrita lotta di don Eraldo Fracassi, il parroco della Chiesetta di San Pietro, che da tempo manifesta il suo dissenso verso il nuovo progetto urbanistico. Gli scavi archeologici che di recente sono stati avviati per scoprire l’antico paese che circondava la chiesetta dovranno essere interrotti per lasciar spazio a nuove villette.

Il cemento minaccia una chiesa romanica del X secolo che, come suggerito da don Eraldo in una sua lettera, ben potrà essere ribattezzata “San Pietro in domibus aureis”. Dal suo canto, il sindaco Chicco Risatti risponde alle critiche insistendo sulla circostanza che il progetto prevede non già la costruzione di “case d’oro”, bensì di abitazioni destinate a divenire prime case per i residenti.