VALTROMPIA – Damiolini a capo di Civitas. Subentra nel CdA a Saottini

0

Lo scorso 28 giugno la Comunità montana e i Comuni si sono riuniti in assemblea per deliberare la nomina del nuovo consiglio di amministrazione di Civitas srl. Nell’assemblea dei soci erano rappresentati anche quattordici Comuni (su un totale di 18), i quali hanno deliberato all’unanimità la nomina del nuovo presidente Agostino Damiolini, 41 anni di Concesio, fisioterapista coordinatore presso l’Inail e docente a contratto presso il corso di laurea in Fisioterapia dell’Università degli studi di Brescia.

La presidente uscente Emanuela Saottini

I consiglieri nominati che, insieme al presidente, costituiranno il nuovo Cda sono Celestina Angeli, già assessore ai Servizi sociali del Comune di Lumezzane e Ignazio Pau consigliere uscente. Il presidente della Comunità montana Bruno Bettinsoli ha ringraziato il CdA uscente per il lavoro svolto a partire dalla costituzione della società nel 2005, fino all’impegno dimostrato negli ultimi mesi, in cui il mandato è stato prorogato e la società è stata occupata sul fronte dell’allestimento della nuova sede.

Tutti i comuni intervenuti hanno sottolineto come, anche in un  periodo di crisi, Civitas sia riuscita a raggiungere gli obiettivi assegnati attraverso un lavoro caratterizzato dalla costante condivisione tra i soci. Dichiara la presidente uscente Emanuela Saottini. “Augurando buon lavoro al nuovo CdA, ringrazio i soci per il sostegno dimostrato in questi anni. L’unità d’intenti in tutte le votazioni ha permesso a Civitas di lavorare serenamente e di poter crescere”.

“La realtà dei servizi sociosanitari in Valtrompia è da sempre costituita da eccellenze in cui ha operato nel corso degli anni come grande protagonista grazie anche all’opera del CdA uscente – dichiara il nuovo presidente Damiolini. Nel ringraziare tutti i soci e il presidente della Comunità montana per la fiducia accordata, confermo che l’impegno del nuovo consiglio sarà orientato a garantire efficienza e livelli qualitativi dei numerosi servizi offerti sempre più elevati, operando attraverso una politica di ascolto e confronto con i vari attori coinvolti.

La fase economica in corso – prosegue il nuovo presidente – ha e avrà sempre più grande impatto anche in ambito sociale, con ricadute che coinvolgeranno anche i servizi gestiti da Civitas, per i quali sono già in atto costanti monitoraggi sui livelli di performance, ma che andranno certamente potenziati proprio per orientare l’offerta a una realtà in continua e rapida mutazione e rendere l’attività strettamente collegata alle reali esigenze del territorio valtrumplino”.