PIOLTELLO – Rifiuti pericolosi dell’ex Sisas in Spagna. No di Zanoni (IdV)

0

Andrea Zanoni, eurodeputato dell’Italia dei Valori, esprime delusione per la decisione della Commissione europea di chiudere l’inchiesta (EU Pilot 2220/11/ENVI) sulle tonnellate di rifiuti pericolosi provenienti dal sito della ex-SISAS nell’area Pioltello-Rodano e, secondo Greenpeace, smaltite nella discarica di Befesa di Nerva (Spagna).

L'ex Sisas di Pioltello

“Stando a un dossier di Greenpeace, i rifiuti pericolosi sono stati smaltiti senza la prevista inertizzazione nella discarica spagnola posta sotto sequestro nel luglio del 2011 dopo due diversi incendi nell’area di scarico dei rifiuti”. Il Commissario Ue all’Ambiente Janez Potočnik aveva recentemente rassicurato Zanoni, nella sua risposta ad un’interrogazione parlamentare dell’Eurodeputato, che “la Commissione deciderà eventuali ulteriori azioni da intraprendere una volta che la valutazione è stata completata”.

“Purtroppo, da quanto comunicato successivamente dai servizi della Commissione, Bruxelles ha deciso di chiudere l’indagine in seguito alle rassicurazione delle autorità spagnole e che quindi non può provare la violazione del Regolamento CE 1013 del 2006” riferisce Zanoni. A questo proposito l’associazione ambientalista ha presentato il 27 giugno scorso nella sede romana della rappresentanza della Commissione europea una denuncia formale.

“Il sospetto che ben 25 mila tonnellate di rifiuti pericolosi prodotti in Italia siano stati smaltiti in Spagna senza subire alcuna operazione di pretrattamento come richiesto dalla direttiva 2008/98/CE, meriterebbe un maggior approfondimento nell’interesse della salute dei cittadini italiani e spagnoli” conclude l’Eurodeputato.