VALTROMPIA – L’Udc dà l’ok ai due depuratori. Entro giugno si decide

0

Nell’incontro tenutosi il 6 giugno scorso nella sede della Comunità montana della Valtrompia a Gardone tra i sindaci e i tecnici dell’Asvt, l’assessore all’Ambiente della Provincia, il direttore dell’Ufficio d’Ambito e il presidente dell’ente montano è stato affrontato l’annoso problema della realizzazione del depuratore di Valle, con la ferma volontà di trovare, finalmente, la soluzione migliore.

Al di là della bontà delle ipotesi messe in campo, l’Udc della Valtrompia ha accolto con estremo favore la presa di posizione dei sindaci valtrumplini che, superando vecchie diatribe, logiche opportunistiche di maggioranza e opposizione e senza rivendicazioni di primogeniture né rivalità, hanno lavorato uniti e con giusto spirito di collaborazione. Da oltre trent’anni si parla di quest’opera importante, fiumi d’inchiostro sono stati versati negli articoli dei giornali che ne hanno riferito a più riprese, anche per segnalare il preoccupante livello di inquinamento del Mella e del Gobbia.

Ora c’è una reale volontà condivisa di intervenire, c’è una proposta concreta, ci sono impegni calendarizzati e scadenze da rispettare. L’Udc ritiene che tra le soluzioni tecniche proposte, tramontata per motivi di carattere economico quella di un unico impianto di depurazione per l’intera Valle collegato con Verziano, la realizzazione di un depuratore tra Lumezzane e Sarezzo e un altro tra Villa Carcina e Concesio, lontano il più possibile dalle abitazioni, sia quella preferibile.

Entro la fine del mese si dovrà scegliere quale strada percorrere, su indicazione dei tecnici che stanno lavorando al progetto. L’Udc invita i sindaci valtrumplini a continuare uniti, senza ulteriori indugi, il lavoro iniziato, nella consapevolezza che la soluzione tecnica che verrà adottata da chi di competenza, sarà comunque preferibile alla mancanza di qualsiasi decisione. Il tempo di nuovi rinvii è ormai scaduto.

Fonte: Udc Valtrompia – Segretario Luigi Corti