WIMBLEDON – Djokovic e Federer avanti nel primo turno delle sorprese

0

La prima giornata di tennis inglese ha già regalato delle grandi sorprese, insieme al buon debutto sia di Djokovic che di Federer. Il serbo, che ha giocato ovviamente sul campo centrale, ha battuto l’ex numero uno Juan Carlos Ferrero con il risultato di 6-3, 6-3 e 6-1, dopo un inizio non troppo convincente. Cede il primo game di servizio, ma immediatamente Djokovic riprende in mano le redini della situazione giocando con scioltezza.

Ferrero non può niente contro il suo avversario, soprattutto quando il ritmo dello scambio si alza. Roger Federer, invece, passeggia contro lo spagnolo Albert Ramos (6-1, 6-1 e 6-1), che non è sembrato ancora pronto per giocare sull’erba. Per di più, dovendo vedersela contro un fuoriclasse di questa superficie, non ha saputo mai mettere in difficoltà lo svizzero, limitandosi a subire il suo gioco. Adesso toccherà a Fabio Fognini, il quale ha superato il primo turno contro un avversario ostico come Llodra, affrontare Re Roger.

L’italiano ha già dichiarato che sarà un onore giocare contro Federer. Le sorprese arrivano dai due giocatori che, secondo i pronostici, avrebbero dovuto affrontare rispettivamente Djokovic e Federer ai quarti di finale: Tomas Berdych e John Isner. Entrambi sono stati eliminati sorprendentemente al primo turno, lasciando tutti molto stupiti. Berdych non ha saputo contenere Ernests Gulbis, il quale ha disputato un match straordinario, solido e concreto, piazzando ace su ace, riuscendo a vincere tre tie-break consecutivi e chiudendo la pratica per 7-6, 7-6 e 7-6.

Esce così la testa di serie numero 6. Isner invece, in un incontro più sofferto, viene eliminato dal numero 73 del mondo Alejandro Falla al quinto set per 6-4, 6-7 (9), 3-6, 7-6 (7) e 7-5. Passa il turno Tipsarevic, che si sbarazza di Nalbandian per 6-4, 7-6 (4) e 6-2. Anche oggi il torneo londinese offre delle interessanti partite: Nadal-Bellucci, Murray-Davydenko, Tsonga-Hewitt, Ferrer-Brown e Del Potro-Haase. Wimbledon, dopo le prime sorprese, potrebbe regalarcene delle altre? Staremo a vedere.