MILANO – Donne al Pirellone, ricorso al Tar

0

Il Consiglio di Stato ha bocciato la formazione della giunta Formigoni perché la presenza di donne è considerata “sotto la soglia della ragionevolezza”, e una “equilibrata presenza tra donne e uomini in giunta non può certo essere assicurata dalla presenza di un solo assessore donna”. Su sedici assessori e quattro sottosegretari c’era solo un assessore, la bresciana Monica Rizzi, sostituita da Luciana Ruffinelli dopo le dimissioni.

Le cose poi sono cambiate, con un’altra bresciana, Margherita Peroni (delega al Commercio e turismo), Valentina Aprea (assessore Istruzione e cultura) e Ombretta Colli (sottosegretario a Pari opportunità, moda e design). Ma le associazioni “Articolo 51”, “Usciamo dal silenzio” e “Donneinquota” hanno presentato un nuovo ricorso al Tar della Lombardia, di cui il tribunale si occuperà in ottobre.

AdamelloNews.com » Attualità