GARDONE – Niente lavoro, un uomo distrugge gli uffici della Civitas

0

E’ stato un brutto episodio in un periodo di crisi economica e mancanza di lavoro quello che ha portato mercoledì scorso un 37enne di origini pugliesi, ma già residente in passato a Sarezzo, a creare scompiglio negli uffici della Civitas in via Matteotti 327 ospitati nella sede della Comunità montana della Valtrompia.

Il protagonista in questione, di nome Giuseppe, senza lavoro e senza fissa dimora, è entrato negli uffici gardonesi per chiedere un’occupazione al centro che si occupa proprio di problemi di lavoro e abilitato per i consulti. Al no dell’impiegata, sola in ufficio, l’uomo ha avuto un raptus di follia, spinto probabilmente da quella negazione che forse aveva già ricevuto più volte nella ricerca di un lavoro e ha messo a soqquadro l’intero ufficio distruggendo telefoni e computer.

Della situazione si sono accorti alcuni dipendenti fuori, ma l’uomo aveva prima chiuso la porta dall’interno e allora è partita la chiamata ai carabinieri accorsi poi sul posto. L’uomo, nell’ira del momento, dopo aver distrutto l’ufficio, ha estratto dalla tasca un paio da forbici che ha conficcato sulla scrivania dell’impiegata attonita e scioccata dell’accaduto.

Ha poi lasciato la sede a piedi, ma a poca distanza è stato sorpreso dalle forze dell’ordine che, dopo la segnalazione dell’impiegata, parsa impaurita dopo l’episodio, l’hanno riconosciuto e arrestato. Per il 37enne sono quindi scattate le manette, poi condotto in una cella di sicurezza e ieri processato per direttissima dove ha patteggiato una pena di sei mesi. Condanna, però, sospesa e l’uomo è stato rilasciato.