MISANO – Zanetti bloccato da problemi al motore. L’1/7 in Spagna

0

Due rotture di motore hanno bloccato le gare di Lorenzo Zanetti a Misano, impegnato nell’ultimo round italiano del mondiale Superbike.

Zanetti in gara a Misano

“Ho fatto un fine settimana sempre nei primi 15 riuscendo ad entrare in superpole. Solo per avere montato troppo presto le gomme giuste, non sono riuscito ad entrare adirittura nei primi otto della superpole. In gara uno mentre ero risalito bene, ho avuto un cedimento del motore.

Alla fine ho fatto segnare il sesto giro più veloce. In gara due con un nuovo motore, sono partito 15° e giro dopo giro stavo re cuperando, fino ad avvicinarmi per attaccare Smrz. In quel momento si è rotto il motore nuovamente. Pensiamo possa essere un cedimento meccanico ma non sappiamo di quale parte.

Volevo arrivare per recuperare le prestazioni in Gran Bretagna e in America, mi stavo accontentando di arrivare a ridosso dei primi dieci in una gara che è stata ad eliminazione. Peccato, la fortuna non è dalla mia parte. Ora ci aspetta l’1 luglio Aragona, in Spagna, circuito che conosco e spero che la dea bendata guardi anche al sottoscritto”.

La vittoria in entrambe le gare è andata a Max Biaggi, che ha preceduto in gara uno, Checa e Giuliano, la sorpresa della gara, mentre in gara due, caduti entrambi, alle spalle del romano sono arrivati i britannici Rea e Haslam. Marco Melandri (BMW Motorrad) ha riscattato il ritiro di gara uno  con un incoraggiante quarto posto.

Il romano ha aumentato il vantaggio nella classifica generale, che resta comunque apertissima con cinque piloti e cinque Marche diverse racchiuse in 60,5 punti, poco più di quanti se ne assegneranno in ciascuno dei prossimi sette round. A metà esatta del mondiale Max Biaggi sale a quota 210,5 punti inseguito da Rea 172, Sykes 164,5, Melandri 155,5 e Checa 150,5.