AGNOSINE – Niente Imu sulla prima casa. Lo dice il sindaco Bontempi

0

“Nessun cittadino pagherà l’Imu sulla prima casa”. Ad affermarlo è il sindaco del paese valsabbino, nonché assessore alle Attività produttive della Provincia di Brescia Giorgio Bontempi. È un’esenzione a tutti gli effetti quella messa a punto dall’amministrazione che ha calcolato e deliberato l’aliquota necessaria per far sì che nessun cittadino debba pagare il nuovo balzello sulla casa in cui si risiede e si dimora.

Il sindaco Giorgio Bontempi

La Giunta Bontempi, infatti, ha dimezzato l’aliquota prevista dal Dl 201/2011 per l’abitazione principale e pertinenze, abbassandola dal 4 ‰ al 2 ‰. “Abbiamo calcolato che adottando questa misura – continua il sindaco – nessuno dei nostri concittadini avrebbe dovuto versare un euro per la prima casa e ci siamo quindi mossi di conseguenza approvando un’apposita delibera per modificare l’aliquota prevista dal Governo.

D’altra parte, con le tante difficoltà economiche che ad oggi già vessano i bilanci di ogni famiglia, non potevamo certo rimanere immobili di fronte alla solenne ingiustizia di tassare il bene più indispensabile e prezioso: la casa”.

Ma non solo: rispetto alle aliquote stabilite del decreto legge del Governo, l’amministrazione Bontempi ha dimezzato anche l’aliquota sui fabbricati rurali a uso strumentale, facendola scendere dal 2 ‰ all’1 ‰. L’unica aliquota ad aver subito un leggero rialzo è quella “ordinaria” che riguarda le seconde case e le aree fabbricabili, salita dal 7,6 al 7,8 ‰.