BRESCIA – L’Agenzia delle Entrate chiarisce sull’Unico e il 730

0

Con la circolare n. 19/E dell’1 giugno scorso l’Agenzia delle Entrate chiarisce che  in merito alla detrazione fiscale del 36%:

• non vi è più l’obbligo di indicare in fattura separatamente le spese di manodopera non solo per le spese sostenute dal 2011 ma anche per quelle degli anni precedenti. Ne deriva che nessuna sanzione sarà dovuta neppure se irrogata e, quelle pagate, in dipendenza di un provvedimento non definitivo, saranno rimborsate.

• non è retroattiva al 1° gennaio 2011 l’eliminazione della comunicazione preventiva al Centro Operativo di Pescara, ma solo dal 13 maggio 2011. Tuttavia il bonus fiscale sarà concesso a quei contribuenti che hanno spedito la raccomandata anche dopo l’inizio dei lavori ma entro il 13 maggio;

• nel caso di vendita dell’immobile per il quale si ha diritto alla detrazione del 36% e 55%, se nell’atto non ci sono specifiche indicazioni, le detrazioni competono all’acquirente.

In merito ad altre detrazioni fiscali chiarisce anche che:

• sono detraibili nella misura del 19% sia le spese sostenute per i dispositivi medici, anche se acquistati in erboristeria, sia le spese sostenute, senza una specifica prescrizione medica, per le prestazioni sanitarie rese da operatori rientranti tra le “professioni sanitarie riabilitative”;

• l’erede può recuperare le detrazioni residue in un solo anno nel caso di acquisto di un’autovettura da parte di una persona disabile;

• nessuna detrazione fiscale è concessa per l’iscrizione a palestre anche con un certificato medico che prescriva la specifica attività motoria.

Per ulteriori informazioni si può possibile contattare lo 030.3745265 presso la Confartigianato di Brescia.