CHIARI – “Sos Bondeno” in Emilia. Aiuti ai colpiti dal terremoto

0

50 quintali di generi alimentari e altri beni richiesti sono partiti ieri, sabato 9 giugno, dal Centro Giovanile 2000 di via Tagliata: la spedizione con gli aiuti dei clarensi per la popolazione di Bondeno, in provincia di Ferrara, colpita dal sisma in Emilia è già arrivata a destinazione.

Carichi di generi di prima necessità, i mezzi di trasporto forniti dal centro, con carburante messo a disposizione dal Comune, hanno raggiunto il campo-base allestito nella frazione Pilastri di Bondeno. La raccolta solidale, con articoli specificamente richiesti dal sindaco Alan Fabbri contattato dal primo cittadino di Chiari Sandro Mazzatorta, è stata attivata dal CG che ha predisposto, con l’urgenza necessaria in condizioni di emergenza, lo stoccaggio di pasta e acqua in bottiglia, alimenti in scatola – tonno, carne, piselli – vestiario per anziani, pannolini e pannoloni offerti in dono dai bresciani per aiutare la popolazione emiliana martoriata di recente dal terremoto.

Il tam-tam si è propagato in un batter d’occhio tra la gente di Chiari con il passaparola al CG2000, con gli avvisi diffusi in chiesa domenica scorsa 3 giugno durante le messe festive, ma la notizia è anche stata amplificata da Facebook e con la comunicazione realizzata nelle scuole cittadine. Per completare l’opera solidale inoltre, ieri dalle 17 alle 22 in piazza Zanardelli si è compiuta l’operazione “SOS Bondeno” organizzata, con il patrocinio del Comune e il supporto delle Botteghe di Chiari, dagli amici del Ciesseu, il Comitato Zona PIP e la Comunità di Zona.

Nel centro cittadino è stato allestito il mercatino agroalimentare che ha proposto la vendita di specialità emiliane – latticini, vino, salumi, pane e formaggi -: la genuinità e il marchio doc dei prodotti tipici dell’Emilia sono stati garantiti da Stefano Cerutti, presidente dell’Associazione delle Arti Contadine di Bondeno.

Nella serata di ieri è stato proposto al pubblico al prezzo di 5 euro anche il portachiavi “SOS Bondeno” per la degustazione in piazza Zanardelli dei prodotti tipici emiliani oltre all’assaggio della porchetta offerta dal Ciesseu. “Gli amici del sodalizio – ha precisato l’assessore Zotti – si sono recati nelle aziende agricole emiliane terremotate dove hanno acquistato Parmigiano Reggiano, miele, riso biologico, pane tipico, salumi e vino: il mercato agroalimentare in piazza Zanardelli ha offerto in vendita al pubblico questi prodotti genuini per dare speranza alla gente e alle imprese agricole colpite dal sisma.

Il successo del mercato che ha esaurito le scorte in sole tre ore e l’iniziativa solidale del portachiavi sono concreti obiettivi di solidarietà. Il ricavato dell’iniziativa clarense verrà inviato alle associazioni locali di Bondeno indicate dal sindaco Alan Fabbri”.