MILANO – Il Pirellone aiuta i terremotati di Mantova. Risorse pronte per ripartire

0

“Condivido le preoccupazioni di Coldiretti che ha lanciato un chiaro appello affinché la Lombardia non sia dimenticata nei provvedimenti che il Governo sta approvando per fronteggiare l’emergenza terremoto. Se l’attenzione dei media e dell’opinione pubblica è sintonizzata sull’Emilia Romagna, che certamente ha pagato il prezzo altissimo delle vite umane, quella della Regione si concentra sulla provincia di Mantova”.

Replica così Giulio De Capitani, assessore all’Agricoltura del Pirellone all’appello lanciato dalla Coldiretti che, attraverso il suo presidente Ettore Prandini, ha lamentato la scarsa attenzione che il Governo nazionale starebbe dedicando ai territori mantovani colpiti dal sisma, invocando l’intervento della Regione affinché abbia luogo una “corretta valutazione dei danni, senza timidezze di sorta. Molti dei Comuni – prosegue De Capitani – sono in linea d’aria a pochi chilometri dall’epicentro del sisma e ho verificato personalmente la gravità del danno inferto al comparto lattiero-caseario e alle sue eccellenze Dop.

Assicuro che da parte della Regione non c’è stata, né certamente ci sarà, timidezza nell’avanzare in sede nazionale ed europea le nostre legittime richieste di aiuto – è la rassicurazione dell’assessore -. Ci siamo attivati da subito, confrontandoci con le organizzazioni professionali lombarde, per focalizzare sforzi e risorse in provvedimenti utili: accesso al credito, anticipo totale della Pac, apertura di un nuovo bando sulla misura 121 del Psr e deroghe agli adempimenti amministrativi. Non per velleità – conclude De Capitani – ma la forza produttiva agroalimentare, lombarda e mantovana, è una risorsa per tutto il Paese e questa risorsa deve ora essere messa nelle condizioni di tornare ad operare al più presto e a pieno regime”.

Update “Per tempestività e finalità quella del Consorzio Virgilio è senz’altro un’ottima opportunità per rilanciare un’attività produttiva, quella della trasformazione del latte nei pregiati formaggi Dop, che rappresenta la principale economia del territorio mantovano”. Lo ha detto sempre l’assessore Giulio De Capitani partecipando a Palazzo Pirelli alla conferenza stampa “Virgilio: il consorzio solidale anche nei fatti. Un aiuto concreto alle aziende consociate colpite dal sisma”, a cui hanno partecipato i vertici del Consorzio e l’assessore all’Agricoltura della Provincia di Mantova Maurizio Castelli. “In questo momento di emergenza – ha proseguito l’assessore De Capitani – è apprezzabile ogni iniziativa di promozione volta a sostenere i due formaggi Dop, Grana Padano e Parmigiano Reggiano, che rappresentano i portabandiera del Made in Italy agroalimentare nel mondo”.

Ecco l’iniziativa “Salva Grana”. Il Consorzio Virgilio si impegna, entro 12 giugno, a ritirare il formaggio dei propri soci (Grana Padano e Parmigiano Reggiano) danneggiato durante il sisma attraverso un aiuto concreto, dando un valore a un prodotto che, pur se buono e di qualità, non ha ancora raggiunto il necessario grado di stagionatura per ottenere la certificazione Dop. L’intero quantitativo conferito a Virgilio verrà poi grattugiato e messo in vendita in tutti i suoi canali distribuitivi, dalla grande distribuzione ai piccoli rivenditori, con una confezione appositamente ideata. La confezione verrà ritirata al termine dell’emergenza per non provocare fraintendimenti e speculazioni successive.

Consorzio Virgilio basato su cooperazione. Il Consorzio Virgilio racchiude 70 aziende produttrici di formaggio Grana Padano e Parmigiano Reggiano ed è l’unico per motivi geografici ad avere da parte dei soci il conferimento delle due Dop. Da sempre fonda la propria mission aziendale sulla cooperazione.

Fondi del Psr ad aziende colpite. De Capitani ha sottolineato come “all’attenzione della Regione c’è la possibilità di concentrare i finanziamenti della misura 121 del Piano di Sviluppo Rurale, circa 12 milioni di euro, sulle aziende colpite dal sisma. La misura 121 – ha specificato – è infatti indirizzata all’ammodernamento delle aziende”.

Regione pronta ad anticipare tutta Pac. L’assessore è intervenuto anche sulla possibilità di anticipare tutta la Pac. “Anche quest’anno la Regione Lombardia – ha detto il responsabile dell’agricoltura lombarda – ha confermato l’anticipo del premio Pac, pari al 50%, entro luglio. In aggiunta, abbiamo chiesto all’Unione europea di anticipare, vista l’emergenza, il restante 50% e, se questa nostra richiesta non sarà accolta, stiamo valutando di anticipare, noi come Regione, tutto il contributo europeo alle aziende agricole lombarde colpite dal sisma”.

Al via anche gli aiuti per il credito. Nel corso della conferenza De Capitani ha voluto sottolineare i provvedimenti che la Giunta ha deliberato proprio in tema di aiuti alle aziende agricole che hanno subito danni dalle scosse sismiche. “La Giunta – ha detto De Capitani – ha approvato il fondo regionale per le agevolazioni finanziarie alle imprese agricole per il credito di funzionamento attivo presso Finlombarda. La dotazione residua di 1,9 milioni di euro sarà interamente indirizzata alla ricostruzione nei 36 Comuni mantovani. Il fondo – ha concluso l’assessore – prevede l’abbattimento di due punti percentuali sul costo degli interessi sui prestiti attivati dalle imprese agricole, fino a un massimo di 100 mila euro. Per effetto leva questo tasso corrisponde a un credito attivale di 38 milioni di euro”.