BRESCIA – “Campagna Amica” tra i bambini. I valori del gusto locale a scuola

0

Il cibo, la terra e il lavoro: è questo il fertile terreno dove affonda le radici la rete delgi orti urbani di “Campagna Amica”. La riscoperta della cultura del cibo e della sua salubrità è oggi per l’iniziativa uno degli obiettivi fondamentali; pochi consumatori conoscono la stagionalità e la tipicità della maggioranza dei prodotti agricoli. La cura di un orto invece, insegna il rispetto delle stagioni e può far scoprire i prodotti della terra di cui magari non si conosce nemmeno l’esistenza: questo ricollega alle tradizioni culinarie, ma con un grande guadagno per il gusto e per la salute.

Il progetto bresciano “Orto di Campagna Amica” che si è concretizzato in questi mesi di lavoro, ha una finalità culturale ed educativa: grazie a un accordo tra Coldiretti-Campagna Amica di Brescia e la scuola primaria “Quasimodo” in zona Costalunga a Mompiano e con la disponibilità di un’area coltivabile situata a confine con il plesso scolastico e concessa gratuitamente dalla S.A.C.Costalunga SPA, si è realizzato su un’area di 500 metri quadrati un vero e proprio orto.

L’iniziativa, partita dalla richiesta di alcune mamme e fortemente voluta da Coldiretti e dalle insegnanti della scuola è stata affidata nella sua operatività all’Associazione Pensionati di Coldiretti Brescia sotto la guida di Guerino Toninelli che ha coordinato tutte le fasi della coltivazione; dall’aratura e preparazione del terreno, alla creazione di tante aiuole e alla semina e piantumazione di tante specie e varietà orticole; il tutto realizzato con la presenza di nove classi di alunni delle prime, seconde e terze  accompagnati dalle loro insegnanti.

I bambini insieme a Guerino Toninelli e alle insegnanti hanno partecipato ad eseguire tutte le fasi di coltivazione compresa la spiegazione delle fasi colturali delle piante e lo studio degli insetti e degli animaletti dell’orto, nel rispetto dell’ambiente. Hanno anche potuto assaggiare i primi frutti dell’orto, le fragole, le insalate varie e le zucchine; fin dai primi lavori, si sono dimostrati molto attenti e interessati e le insegnanti molto disponibili a seguire un preciso programma di lavoro che il nostro rappresentante dell’associazione pensionati ha concordato con i docenti; inoltre già alcuni nonni e genitori dei bambini del quartiere si sono resi disponibili a collaborare per coltivare al meglio l’appezzamento garantendo anche nel periodo estivo la buona cura agronomica dell’orto.

E’ un esempio che sta entusiasmando tutta la scuola e si auspica per altre iniziative simili in provincia che hanno lo scopo di creare nei bambini un interesse e un amore per la terra e per il cibo che mangiamo. L’appuntamento è per settembre, grande la voglia e l’entusiasmo di continuare con già importanti progetti di ampliamento dell’area coltivata. Nell’orto sono state coltivate zucchine, pomodori, melanzane, zucche, carote, cipolle e altro.