GARDONE – L’Ortopedia è wifi. Donati tv e Ipad per medici e pazienti

0

E’ stato presentato stamattina nel reparto di Ortopedia e Traumatologia dell’ospedale valtrumplino l’allestimento tecnologico donato da diversi privati e associazioni per far passare il tempo ai degenti costretti sul letto dopo l’intervento. Se con il sistema artroscopico donato diversi mesi fa per le principali articolazioni sono stati realizzati 160 operazioni chirurgiche con lo strumento, anche la nuova dotazione si prevede che possa dare sollievo ai degenti.

La novità è stata illustrata da Pierangelo Guizzi, direttore del reparto, che ha sollecitato i privati per realizzare un progetto importante: mettere a disposizione dei pazienti un televisore HD 32 pollici per ogni letto con un sistema di ascolto attraverso cuffie in modo da non interferire o disturbare gli altri ricoverati. Grazie a una generosa donazione delle famiglie Gnutti di Lumezzane (l’Almag presieduta da Damiano Gnutti e la Eredi Gnutti Metalli di Amedeo Gnutti) transitata sull’apposito fondo istituito dalla Fondazione Comunità Bresciana, sono stati acquistati e messi a disposizione dei degenti 37 televisori (uno anche per la sala d’attesa).

Inoltre, sempre con questa donazione, è stata attivata una rete wifi su tutto il reparto che servirà sia ai medici per i collegamenti con la rete informatica e controllare la situazione dei degenti tra esami, radiografie, tac e risonanze magnetiche, sia per i pazienti stessi che con il loro computer portatile potranno navigazione in internet durante il periodo di ricovero. A questo, si aggiungono cinque Ipad forniti per i pazienti che non hanno un pc portatile donati dall’Aido Valtrompia e dal gruppo sportivo Monica Giovanelli, che potranno essere dati in gestione agli ammalati per poter navigare nella rete. Il servizio viene fornito per la prima volta in un reparto italiano.

E’ stato siglato anche un accordo con il Sistema Bibliotecario della Valtrompia, parte della rete bibliotecaria bresciana, con il quale ogni paziente che ha in dotazione un Ipad può accedere gratuitamente a tutti i servizi bibliotecari tra cui la lettura di numerosi quotidiani nazionali e locali. I degenti  stranieri potranno leggere quotidiani anche in numerose lingue. Con lo stesso sistema sarà possibile accedere a un sistema ebook messo a disposizione dal Sibca che consente di poter leggere numerosi libri virtuali che vanno dai classici della letteratura ai romanzi più recenti.

Tutto l’impianto rete tv e wireless (prima rete degli Spedali Civili di Brescia) e la preparazione degli Ipad sono stati eseguiti dalla ditta RVM impianti di Artogne, una azienda bresciana leader a livello regionale lombardo per la progettazione e l’esecuzione di impianti di questo tipo nel settore ospedaliero. E per l’ospedale valtrumplino, dopo la chiusura del reparto nascite e le ombre che si addensano su altri servizi, potrebbe aprirsi la strada della ricerca e sperimentazione come ha auspicato il direttore del reparto ortopedico Pierluigi Guizzi.