DARFO BOARIO – Vanno avanti in valle le ricerche dell’uomo disperso da ieri

0

Sono proseguite per tutta la giornata di venerdì 1 giugno, le operazioni di ricerca dell’uomo disperso da ieri. Cominciate alle 7 di mattina, si sono concluse intorno alle 21.

Il Centro coordinamento ricerche (Ccr) allestito nei pressi dell’abitazione a Darfo da parte della V Delegazione Bresciana del Corpo nazionale Soccorso alpino e speleologico è stata la base di coordinamento per tutte le realtà coinvolte, 64 persone (35 gli operatori Cnsas) tra professionisti e volontari, appartenenti a Vigili del Fuoco, Guardia di Finanza, Procivil- UST (Unità di soccorso tecnico) e Carabinieri.

Le due Unità cinofile molecolari del Soccorso, giunte in mattinata, hanno subito individuato una traccia che ha condotto le squadre nelle zone frequentate dall’uomo, F. G. le iniziali, 52 anni, milanese di origine ma coniugato e residente da anni in Valcamonica. Un testimone risultato attendibile ha segnalato di averlo visto ieri in tarda mattinata e ha dato una descrizione dettagliata di come era vestito e degli zaini che aveva con sé.

L’avvistamento è avvenuto nella zona di Capo di lago. Si è trattato di un elemento fondamentale per indirizzare le ricerche. Cinque sommozzatori della Procivil e Montisola hanno controllato buona parte del lago Moro, domani ci sarà il completamento dell’operazione. I vigili del fuoco con un gommone hanno perlustrato tutto il perimetro del Bacino.

I tecnici di forra e speleo del Cnsas hanno bonificato tutto l’alveo del Dezzo, dal ponte di Angolo Terme al ponte di ferro di Darfo ed escluso la presenza dell’uomo in quell’area. Le ricerche dall’alto sono avvenute attraverso l’impiego di un elicottero della Guardia di Finanza, in mattinata anche un mezzo dell’Areu 118 di Brescia aveva sorvolato la zona.

In mattinata sono giunti sul posto anche il sindaco Mondini con alcuni assessori e agenti della polizia locale. Le zone battute sono quelle nei pressi di Capo di Lago, Sorlino e Rodino.

AdamelloNews.com » Valcamonica